detergente vetri ecologico

 

Per avere dei vetri puliti preparare un composto di:

100 ml di aceto

50 ml di alcool

1 litro di acqua

mettere il tutto in uno spruzzino vuoto e ricordarsi di non lavare i vetri quando splende il sole!!

Annunci

antitarme naturale

 

ALLORO   basta mettere le foglie tra gli abiti, io ne tengo sempre dei rametti da far seccare e man mano ne utilizzo le foglie

LAVANDA io la coltivo in giardino poi la raccolgo e la insacchetto, si può coltivare…. io faccio sacchettini con scampoli colorati e li avvolgo con lo spago invecchiato nel te

STECCHE DI VANIGLIA comprare dei bastoncini e suddividerli tra gli abiti.

 

ammorbidente naturale fai da te

image

Gli ammorbidenti chimici non fanno molto bene…..

Ma sono sicura che l’ammorbidente naturale sta già aspettandovi in qualche armadietto di casa vostra….di cosa sto parlando ? Dell’ ACETO BIANCO….
Ne basta mezzo bicchiere a cui potete aggiungere qualche goccia dell’olio essenzile che preferite.

Nello stesso armadietto conserverete sicuramente anche il BICARBONATO DI SODIO. Ecco un’altra valida alternativa all’aceto.  Ne basta mezza tazza.

 

Altro validissimo prodotto ecologico è a base di acido citrico o comunemente chiamato E330.

ammorbidente all’ ACIDO CITRICO

  • ingredienti: 
  • 500 millilitri di acqua demineralizzata
  • 50 grammi di acido citrico




preparazione:
Con l’aiuto di un imbuto versate all’interno di una bottiglietta da mezzo litro l’acqua demineralizzata ed aggiungetevi subito dopo l‘acido citrico. Chiudete bene la bottiglia con il proprio tappo ed agitate finché l’acido citrico non si sarà sciolto. Ricordatevi inoltre di agitare ogni volta prima dell’utilizzo.  Utilizzatene 50 millilitri per ogni lavaggio a pieno carico, versandolo nella vaschetta per la lavatrice destinata all’ammorbidente. Nello stesso momento potrete anche addizionarlo con oli essenziali a piacere per profumare il bucato.
 

 

TIMBALLO DI MELANZANE VEGAN

image

Allora ho cotto il riso(1/2 chilo) in poca acqua (2 dita sopra il riso)di modo che in cottura assorba tutta l’acqua e nn perda l’amido. Nel frattempo taglio a fettine 3 melanzane possibilmente il tipo lungo,le parti corte o tagliate male le faccio a cubetti. Le adagio in teglia  su carta forno oleata e un filo d’olio anche sulle fettine, le inforno a 180 gradi per 15 min, compresi i cubetti. Fodero lo stampo con olio evo e pangrattato e a cottura ultimata fodero lo stampo con le fettine di melanzane accavallandole. A riso cotto faccio intiepidire, e condisco con abbondante parmigiano vegano  pepe aggiusto di sale se occorre, tre foglie di basilico, una manciata di pangrattato,due cucchiai di semi di lino idrolizzati e tritati, se si ha ragù un mestolo e due mestoli sugo al basilico precedente preparato. Amalgamare il tutto. Procedere alla farcitura : uno strato di riso poi sugo poi cubetti poi parmigiano vegano e così via.  Io ho fatto due strati perché lo stampo nn è molto alto. Basta che in alto si finisce con il riso. Coprire con altre fette e Infornare a 200° per 35 40 min di cui gli ultimi min. coperto con un foglio di alluminio. Togliere dal forno,intiepidire. Girarlo con un piatto ampio e adagiarci dopra il restante sugo. Ps lo si può imbottire con quello che più vi piace, io nn avevo la mozzarella veg perché è stata un improvvisata altrimenti ce l’avrei messa.

AMARANTO:PROPRIETA’

 

image

è costituita dal fatto che non contiene glutine e per questo motivo è particolarmente indicato nella dieta delle persone affette da celiachia. Le sue benefiche proprietà sono dovute innanzitutto alla massiccia presenza di sostanze “benevole”.

L’amaranto è innanzitutto molto ricco di proteine di alta qualità, circa il 16%, contiene elevate quantità di lisina, calcio, fosforo, magnesio e ferro. Molto elevato anche il contenuto di fibre. In quantità minori troviamo: arginina, serina, acido glutammico, alanina e acido aspartico. In piccole quantità sono presenti anche vitamine del gruppo B e la vitamina C.

 e l’abbondanza di fibre,  è un alimento altamente digeribile, questo il motivo per cui viene introdotto nelle diete di persone con problemi intestinali e nello svezzamento dei bambini; molto spesso l’amaranto viene usato come alimento base nella preparazione di pappe per bambini ed anziani.

Data la sua abbondanza di proprietà nutritive e alla presenza di proteina è un valido ingrediente nella dieta di tutte quelle persone che per un motivo o per l’altro decidono di non mangiare più carne. Non solo. Sempre grazie alla sua digeribilità e alle sue ottime proprietà nutritive, l’amaranto viene ultimamente impiegato come alimento d’appoggio in diete mirate per “sopportare” delicati trattamenti nella cura di diverse patologie, tra cui anche il cancro.