CENTRIFUGATO ENERGETICO:AVOCADO SEDANO &LIME

untitledOttimo per spezzare la fame a metà pomeriggio. Mezzo avocado da centrifugare con 4 gambi di sedano e un lime. Per renderlo ancora più fresco aggiungete della mentuccia e dello zenzero tritato. Aggiustate di sale e pepe.

Fresca e gustosa, questa ricetta è perfetta per un pranzo leggero contro il caldo estivo. Potete realizzarla anche nella variante più profumata, con l’aggiunta di aglio e prezzemolo

 

vai alla lista completa dei centrifugati

 

Annunci

CENTRIFUGATO DEPURATIVO: MELA VERDE E ZENZERO

Una centrifuga depurativa salverà la vostra dieta! Bastano pochi ingredienti per creare un succo dalle proprietà depurative che vi permetterà di sentirvi subito leggere. Scegliete il colore verde per avere un centrifugato goloso e nutriente ma che allo stesso tempo aiuti il vostro organismo a depurarsi.

Prendete una mela verde, una manciata di spinaci baby e una pizzico di zenzero. La mela verde è a basso contenuto di zucchero ed essendo un cibo bruciagrassi vi aiuterà a tenere sotto controllo il vostro peso; in più svolge un’azione antiossidante ed aiuta la vostra pelle ad essere più luminosa. Gli spinaci invece sono in grado di fornire al vostro corpo una vera e propria carica di energia! Ricchi di ferro, vi aiuteranno anche ad alzare le vostre difese immunitarie. Infine lo zenzero, un vero e proprio acceleratore del metabolismo che aiuta l’organismo a depurarsi con estrema facilità.

Inserite quindi i tre ingredienti nella centrifuga: a piacere potete aggiungere del lime che renderà il centrifugato più leggero e dissetante!

vai alla lista completa dei centrifugati


centrifugato salutare: Papaya & Mango

untitled La centrifuga di papaya e mango è una ricetta per realizzare un ottimo succo di frutta naturale, gustosissimo e davvero molto salutare. Sia il mango che la papaya vantano numerose proprietà benefiche per il nostro organismo. Una precisione: è importante sapere che per mantenere intatte le proprietà della frutta, bisogna utilizzare una centrifuga a freddo per estrarre il succo.

Papaya
La papaya è un frutto di origine tropicale importata nel nostro paese. Al giorno d’oggi troviamo facilmente la papaya in qualsiasi grande supermercato. La papaya è composta per quasi il 90% da acqua. Ha un alto contenuto di sali minerali, vitamine ed è ricca di antiossidanti. La papaya ha un forte potere digestivo: grazie ad una sostanza contenuta nella polpa, la papeina, che agisce nello stesso modo in cui agiscono i succhi gastrici. Grazie a questa proprietà, la papaya è un ottimo frutto da consumare dopo pasto.
Mango
Il mango è un frutto originario dell’Asia e la sua coltura risale ad oltre 4000 anni fa. Il mango è composto per la maggior parte d’acqua (80%), fibre, sali minerale, una buona dose di antiossidanti e una elevata quantità di amminoacidi, molto utile in caso di spossatezza. Grazie all’importante quantità di acqua e fibre, il mango è ottimo per regolarizzare la funzionalità dell’intestino, essendo lievemente lassativo. Inoltre combatte la ritenzione idrica contrastandone gli effetti. Curiosità: nella medicina antica, la buccia del mango veniva fatta bollire, e il suo infuso utilizzato per curare tosse, raffreddore e mal di gola.

Ingredienti: per 2 bicchieri

1 papaya matura
1 mango maturo
2 cucchiaini di miele

Preparazione

1. Lava e sbuccia la papaya e il mango.
2. Taglia a tocchi e metti la frutta nella centrifuga.
3. Dolcifica con il miele se sei goloso, altrimenti lascia il succo naturale.

vai alla lista completa dei centrifugati


croissant veg

Ingredienti (per 6 persone)

  • 170 gr di farina
  • 80 gr di farina Manitoba
  • 70 gr di zucchero
  • 1 cucchiaino di malto
  • 30 gr di olio di mais
  • 1/2 cubetto di lievito di birra fresco
  • 1/2 bustina di vanillina
  • 3/4 gocce di aroma limone (o arancia) o la buccia grattugiata di un limone (o arancia)
  • 1 pizzico di sale
  • Marmellata a piacere, o crema di nocciole
  • Zucchero a velo

Preparazione

Unite insieme metà della farina normale e di quella manitoba e aggiungete un pizzico di sale. Fate sciogliere il mezzo cubetto di lievito di birra in 1/3 di bicchiere di acqua tiepida e poi amalgamate il tutto e impastate fino ad ottenere un panetto di pasta morbido e non appiccicoso.

Lasciate intiepidire il forno per circa 5 minuti a 60 gradi e poi spegnetelo e ponete al suo interno il panetto in una ciotola e coperto con carta stagnola. Lasciate lievitare per circa due ore.

Dopo 2 ore circa di lievitazione il panetto sarà raddoppiato.

Preparate sul piano di lavoro il resto della farina con lo zucchero e il cucchiaino di malto, aggiungete l’olio, la vanillina e le gocce di essenza di limone, mescolate e poi impastare assieme al panetto lievitato aggiungendo qualche cucchiaio di acqua tiepida.

Continuate ad impastare in modo tale che tutti gli ingredienti risultino ben amalgamati tra loro: otterrete così un panetto elastico e morbido.

Stendete l’impasto ottenendo un cerchio di circa 1/2 cm di spessore e con l’aiuto di un tagliapasta dividete l’impasto in sei spicchi uguali.

Ponete su ogni spicchio, un cucchiaino di  ponendolo al centro ma verso l’alto e poi avvolgete ogni spicchio partendo dall’esterno verso l’interno in modo da dare alla pasta la forma di un cornetto.

Disponete i cornetti ottenuti sulla carta da forno, copriteli con carta stagnola unta e lasciate lievitare per una notte al riparo da correnti d’aria.

Ricordate di usare una teglia abbastanza grande in modo tale da distanziare i cornetti in quanto lievitando aumentano di volume.

Al mattino scaldate il forno a 180 gradi, infornate in forno già caldo per 15 minuti circa, scoprendo i cornetti appena prima di iniziare la cottura.

Sfornate i cornetti non appena avranno raggiunto la giusta doratura.

wpid-wp-1396203225020.jpeg

fonte: nonsprecare.it