Applicazione dell’henne’ rosso

image

Dichiaro apertamente che io e l’hennè siamo ufficialmente fidanzati! Prometto di essergli fedele sempre, e ci incontreremo ogni 15 gg!
Il risultato è appena visibile in foto e con la luce artificiale, il risultato, al di là del colore, che mi ha lasciato senza parole è che i capelli sono già completamente RINATI e nn lo dico giusto per…. sono più forti, più domati, piú corposi,districabilissimi, le doppie punte sembrano chiuse più lucidi, più voluminosi…. più tutto!

Allora per la mia lunghezza ( fino a seno ) e per la quantità dei miei capelli ho utilizzato 150gr  di lawsonia inermis pura per tatuaggi della top op che ho acquistato da spice of india.  Ho spremuto il succo di un limone .Ho versato  poco per volta l’infuso caldo ma nn bollente di karkade (fiori di ibisco essiccati) fino ad ottenere un impasto cremoso come lo yogurt. MESCOLO CON UN VUCCHIAIO DI LEGNO DU IN RECIPIENTE DI PLASTICA Lo preparo la sera prima. La mattina lo applico, nn aggiungo altro, c’è chi mette miele yogurt o altre erbe ma io, almeno alle prime applicazioni, voglio sfruttare al massimo il potere tintorio, anche perché gli impacchi delle erbe curative mi piace farli a parte. Applico l’henne’ come una tinta normale, ma molto più generosamente. Prima la cute e poi le lunghezze. Mi impacco con la pellicola facendo uscire l’aria, poi con un asciugamano vecchia. Lascio in posa almeno 6 ore, ma se posso stare tutta la notte è meglio!
Sciacquo a lungo i capelli, non faccio lo shampoo, ma solo il balsamo. Ultimo con un  ultimo risciacquo freddo con aceto. Evito di fare lo shampoo nei prossimi 3 gg, e prima di farlo faccio un impacco proteggi colore all’amla.

image

Annunci

detergente vetri ecologico

 

Per avere dei vetri puliti preparare un composto di:

100 ml di aceto

50 ml di alcool

1 litro di acqua

mettere il tutto in uno spruzzino vuoto e ricordarsi di non lavare i vetri quando splende il sole!!

antitarme naturale

 

ALLORO   basta mettere le foglie tra gli abiti, io ne tengo sempre dei rametti da far seccare e man mano ne utilizzo le foglie

LAVANDA io la coltivo in giardino poi la raccolgo e la insacchetto, si può coltivare…. io faccio sacchettini con scampoli colorati e li avvolgo con lo spago invecchiato nel te

STECCHE DI VANIGLIA comprare dei bastoncini e suddividerli tra gli abiti.

 

ammorbidente naturale fai da te

image

Gli ammorbidenti chimici non fanno molto bene…..

Ma sono sicura che l’ammorbidente naturale sta già aspettandovi in qualche armadietto di casa vostra….di cosa sto parlando ? Dell’ ACETO BIANCO….
Ne basta mezzo bicchiere a cui potete aggiungere qualche goccia dell’olio essenzile che preferite.

Nello stesso armadietto conserverete sicuramente anche il BICARBONATO DI SODIO. Ecco un’altra valida alternativa all’aceto.  Ne basta mezza tazza.

 

Altro validissimo prodotto ecologico è a base di acido citrico o comunemente chiamato E330.

ammorbidente all’ ACIDO CITRICO

  • ingredienti: 
  • 500 millilitri di acqua demineralizzata
  • 50 grammi di acido citrico




preparazione:
Con l’aiuto di un imbuto versate all’interno di una bottiglietta da mezzo litro l’acqua demineralizzata ed aggiungetevi subito dopo l‘acido citrico. Chiudete bene la bottiglia con il proprio tappo ed agitate finché l’acido citrico non si sarà sciolto. Ricordatevi inoltre di agitare ogni volta prima dell’utilizzo.  Utilizzatene 50 millilitri per ogni lavaggio a pieno carico, versandolo nella vaschetta per la lavatrice destinata all’ammorbidente. Nello stesso momento potrete anche addizionarlo con oli essenziali a piacere per profumare il bucato.