Candeggina NATURALE

CANDEGGINA NATURALE FAI DA TE

Se cercate un’alternativa alla candeggina presente in commercio, perchè amate i prodotti naturali che non inquinano e sopratutto non sono tossici,  l’avete trovata.

La candeggina naturale che ho realizzato è a base di acqua ossigenata (perossido di idrogeno) per questo motivo è COMPLETAMENTE BIODEGRADABILE.
Perché sia davvero efficace però non dovete utilizzare la comune acqua ossigenata al 3% perché è troppo leggera. Dovete reperire quella a 130 volumi ( in ferramenta o nei Brico).
Il suo costo è di circa 3 o 4 euro al litro.

Cosa serve per fare in casa la candeggina

 

Mescolate i seguenti ingredienti:

L’acqua ossigenata a 130 volumi è un prodotto corrosivo e irritante per cui va maneggiata con cautela.
Non preoccupatevi, è sufficiente indossare guanti e  occhialini (per proteggervi da eventuali schizzi) per evitare ogni problema.
Potete decidere di preparala anche al momento, in questo caso non avrete bisogno di stabilizzarla con l’acido citrico e sarete certi di avere la massima efficacia.
La proporzione è sempre di 1 a 4, dove 1 è la quantità di acqua ossigenata e 4 la dose di acqua.

Come utilizzare la candeggina per il bucato

Per il bucato potete aggiungere 80 ml circa di candeggina così preparata:

  • 20 ml di acqua ossigenata
  • 80 ml di acqua distillata
 
Versate il composto all’interno di una pallina dosatrice direttamente nel cestello, avendo cura di non mescolarla al detersivo altrimenti la candeggina agirà su questo e non sul bucato. Di solito metto la pallina con la candeggina in cima alla pila di panni sporchi  e la pallina con il detersivo sul fondo.
Ottima anche per pre-trattare le macchie prima del lavaggio. Va lasciata agire almeno un’ora.
Annunci

DETERGENTE VETRI (QUASI) A COSTO ZERO ECOLOGICO

Con le pulizie di primavera ci si chiede spesso : ma davvero ho bisogno di avere sotto il lavabo del bagno e\o cucina di tremila miliardi di detergenti per la pulizia  della casa? e  quanto mi costa? Minchia sto ammorbidente in granuli l’ ho pagato 7 euri …. e la pubblicità mi consiglia pure di abbondare che se ne fotte….no no no , per nn parlare che sono di un inci pessimo , dannosissimi per la salute e per l’ ambiente!

IO NON CI STO!

Da qualche anno a questa parte l acquisto dei detergenti  convenzionali é diminuito radicalmente, ma la svolta sta avvenendo prorio ultimamente , con l’ acquisto del terreno qui i francia , a ridosso del fiume Lot.

Mi si é accesa una lampadina , in quanto ho davvero compreso che le acque di scarto saranno riversate , ovviamente  passando prima dalla fossa biologica, nel mio stesso terreno dove coltivero’ pomodori zucchine e patate …. ed ecco , ora si fa sul serio ragazzi.

il mio motto del momento : ecosostenibilità e impatto zero.
33239214_1906670796034369_6640686890418700288_o

Dopo varie ricette provate , viste qui nel web , ahimé che nn mi convincevano tantissimo, ho trovato una formula per il  detergente vetri e specchi ideale.

questa miscela l’ ho gia testata e promossa a pieni voti e sarà la definitiva, forse aggiungero’ qualche olio essenziale antibatterico tipo il tea tree oil, cosi’ da utilizzarlo anche sui piani da lavoro e  altre superfici lavabili. Veramente nn lascia aloni evapora in fretta ce ne vuole davvero poca, si usa con l’ immancabile panno in microfibra, con il risultato  che hai un prodotto sano per te , ambiente e animali,  non inquini , risparmi tantissimo praticamente ti costa 20 centesimi se nn meno, e quando passi il dito  senti il  famoso ” squeeeak! ”

ecco la formula , molto semplice e ingredienti che tutti abbiamo in casa:

  • 118 ml di acqua meglio se distillata
  • 118 ml di aceto meglio se di alcool che puzza meno
  • un quarto di tazza di alcool etilico
  • un cucchiaio di maizena
  • qualche goccia di olii essenziali per profumare e o antibatterico ( facoltativo)

mescolate i liquidi poi aggiungete la maizena che sorprendentemente nn ottura lo spruzzino. Agitate bene  prima di spruzzare.

versate il contenuto in uno flacone riciclato con spruzzino e voila’ il vostro detersivo vetri é pronto per far splendere le vostre finestre al sole senza aloni!

Medaglioni di amaranto e polenta


Dopo una lunga assenza forzata per mancanza di connessione ( sono stata letteralmente nella foresta per un mese e mezzo) vi riscrivo descrivendo una delle mie ricette vegane sane e nutrienti , ottime come pasto per i piu’ piccoli. 
INGREDIENTI PER 15 MEDAGLIONI CIRCA:

  • 250 gr di amaranto
  • 750 ml di acqua
  • Una carota
  • Una cipolla
  • Una zucchina
  • Uno spicchio di aglio
  • Un cucchiaio di lino spezzato
  • 200 gr di fiocchi di avena macinati
  • 250. gr Di polenta 
  • Un cucchiaio di thain
  • Spezie a piacere

PROCEDIMENTO:

Mettere insieme in una casseruola acqua e amaranto e cuocere per circa 40 minuti. Spegnere il fuoco e lasciarlo riposare in modo che gonfi, mettere da parte. Nel frattempo preparate le verdure: tritarle nel robot e passarli in padella con un filo di olio 10 minuti. 

A questo punto unire i due composti e aggiungere i fiocchi di avena , i semi di lino la polenta, fino a raggiungere una consistenza tale da poter maneggiare col leccapentola. Infine mettere thain e le spezie.

Con il leccapentola prendere una noce per volta il composto formando dei rettangoli su una padella antiaderente aggiungendo un filino di olio evo, a fiamma moderata, far cuocere 3 4 minuti per parte, et voila bon apetit!

Abbracci light

Quando stai in regime nutrizionale controllato ma nel  pomeriggio ti viene quel nn  so che di languorino e… sei a dieta cavolini! Beh , non disperiamoci! Con un pò di fantasia  possiamo fare dei buonissimi biscotti vegan senza glutine pochi grassi e dolcificato con… una banana! Vi sorprenderete del profumo che emaneranno … e il sapore… beh ! provate e vedrete, io li do anche come merenda al mio bimbo. in regime controllato è sempre meglio fare dolci in quantità minime, per non avere la tentazione di eccedere, benchè siano light. dunque questa ricetta è per circa 8 ABBRACCI  ( tre a me 3 a mio marito e 2 al nanetto)16326807_1195846893804411_2137745212_o

1 banana
120 gr di farina
1 cucchiaio di sciroppo d’ agave
1 cucchiaio di olio ( meglio di riso)
2/3 gr di lievito per dolci
Sale un pizzico

Cannella qb, cacao 15 gr

schiacciate la banane insieme ALLO SCIROPPO , aggiungi olio , lievito, sale e cannella e poi farina di riso setacciata semintegrale, fino ad ottenere una pasta modellabile, dividi a metà e aggiungi in una il cacao. fai due serpenti  incomincia a fare le ciambelle, per metà di cacao per metà senza, in placca da forno con carta forno . inforna a forno preriscaldato 180 °.    Falli raffreddare prima di mangiarli.

Sformato di finocchi vegan

E dieta fu ! Rimettiamoci  ai lavori forzati, niente più scuse, il bimbo ha superato l ‘ anno ma la ciccetta dopo parto è rimasta tale e quale, se nn anche di più! quindi aprirò un nuovo tag del blog ” ricette leggere veg” per chi , come me vuole dimagrire, ma con gusto. Le ricette veg di per sè sono light, ma  non abbastanza, a volte….

16357993_1195548933834207_924458545_o

 

INGREDIENTI:

scottare separamente finocchi e cipolle a fette, intanto preparare la besciamella. scolare le verdure e insaporirle in una casseruola con poco olio e sale, ungere la teglia e mettere pangrattato, mettere uno strato di finocchi e cipolle e poi uno di besciamella , e così via, fino a finire con besciamella pangrattato e un filo d olio. cuocere fino a doratura a forno preriscaldato a 180 200 gradi

MASCARPONE VEGAN

Ben ritrovati nel mio blog! Alla ricerca di un ulteriore alternativa alla cheesecake vegan, come la versione al latte di cocco, o quella con silk tofu, o ancora quella con gli anacardi, girando qua e là ho trovato una versione più accessibile, sia a livello  di reperibilità degli ingredienti , sia a livello di costi.  cheesecake al mascarpone, ma vegan. Quindi questo articolo vi spiegherà la ricetta, che , come quella classica offre una versabilità di preparazioni, sia dolci che salate, dunque nn dovrà mai mancare una bella quantità nel vostro frigo! Il sapore è davvero ottimo , goloso, quasi nn si capisce che in realtà e totalmente vegetale!
15409948_1154383577950743_762858007_o

Ma ora vediamo come si fa e che ingredienti ci occorrono:

INGREDIENTI PER CIRCA 700 GR :

  • 6 VASETTI DI YOGURT DI SOIA AL NATURALE
  • 100 GR DI LATTE DI SOIA AL NATURALE
  • 200 ML DI OLIO DI SEMI ( QUELLO CHE AVETE IN CASA)
  • UN PIZZICO DI SALE

Svuotate i vasetti da 100 gr ciascuno in un colino ricoperto di canovaccio ben sterilizzato ecolavato, adagiata su una ciotola per far scolare l’acqua in eccesso. fate riposare coperto con coperchio per 8 ore in frigo.  Nel  frattempo  preparate la panna vegetale: versate in un becker  il latte e versate quanto olio serve per addensare , cioè due parti del latte o anchedi più , a seconda dei gusti personali.

Passate le 8 ore lo yogurt cambia consistenza e l’acqua in eccesso si è trasferita tutta nella ciotola sottostante. unire i due composti ottenuti, il mascarpone è pronto per le vostre preparazioni, ha una buona consistenza per essere messo in sache à poche , fare tiramisù, crema catalana … e altro ancora!

Risotto alla zucca vegan

14894583_1116677951721306_1374862986_o

Auguro a voi tutti buon halloween, io sono particolarmente emozionata perchè è il primo halloween di mio figlio Leon! Questa ricetta è un classico irrinunciabile di questo periodo, ma ho voluto comunque pubblicare una ricetta perchè questa è la versione vegan, cioè senza burro nè parmigiano.

l’ occorrente per 4 persone :

  • 300 gr di riso semintegrale
  • una grande fetta di zucca
  • una cipolla
  • uno spicchio d’ aglio
  • prezzemolo q.b
  • brodo già pronto
  • una noce di margarina bio
  • pepe e sale q.b.

tenere  caldo a fuoco basso il brodo che avete precedentemente preparato con sedano carota cipolla aglio e un dado bio a bassa percentuale di sodio. Fate imbiondire la cipolla e l aglio reso in polpa fintanto mondate e riducete in pezzetti la zucca. Versate la zucca ridotta a tocchetti aggiungete un pò d’ acqua e stufatela per 10 minuti  con il coperchio. dopo che i è ammorbidita potete aggiungere il riso  alzando un pò la fiamma per dorarlo un pò . Versare mezzo bicchiere di vino bianco e fatelo sfumare. Dopo che si è fatta una bella salsina, potete iniziare a versare il brodo e mescolare di tanto in tanto , fino a che il riso risultera’ triplicato di volume , cioè dopo circa mezz’ora. Spegnete il fuoco, mantecate con la margarina aggiustate di sale , speziate con prezzemolo, pepe e altre spezie come peperoncino, rosmarino ecc. io sto allattando e sto evitando di usare troppe spezie. e voilà il piatto è servito.

il-mio-primo-halloween_o

Spaghetti di zucchine al pesto di mandorle (raw)

Ritornando al tendenzialmente crudo è quasi d’ obbligo pubblicare qualche ricettina crudista,anche se questa non sarebbe proprio l’ ideale per 80 10 10 , in quanto è grassa, però ogni tanto si può fare!

IMG_8507-copy-copy1

4 zucchine medie 
2 tazze di foglie di basilico fresco 
2 spicchi d’aglio 
1/3 di tazza di mandorle crude ammollate x mezz’ora 
succo di 1 limone 
1/2 tazza di olio d’oliva 
1/2 tazza di lievito alimentare in scaglie

(facoltativo):
sale + pepe, qb

Utilizzando un pelapatate julienne o un coltello affilato, o meglio ancora con lo spiralizer,  affetta le zucchine longitudinalmente in sottili strisce. Mettere in una ciotola, e cospargere di sale. Lasciate zucchine riposare per 10 minuti, sciacquare strizzare e asciugare.

Nel frattempo, in un frullatore o robot da cucina, aggiungere basilico , aglio, mandorle e limone. aggiungere  olio d’oliva lentamente fino ad ottenere un composto amalgamato, ma ancora un po ‘grosso.  Infine in una ciotola, aggiungere il lievito e il sale + pepe, e mescolare .

Smoothie banana fragola rt4

Smoothie made with strawberries and bananas isolated on white background

Per un ottimo pranzo salutare e freschissimo , alla frutta non c’ è di meglio che un dolcissimo smoothie  alla banana. Se poi ci affianchi un frutto di stagione come la fragola, beh allora…

Puntualizziamo per prima cosa che solitamente non si dovrebbero unire nello stesso pasto frutti di diverso ramo, come in questo caso, essendo banana frutto dolce e fragola frutto semi acido,  come spiegato su questo articolo, ma c’ è chi tollera, come me ad esempio frutta dolce  e acida come banana e frutti di bosco come illustro in questo video .

semplicissimo , come lo sono tutti   gli smoothies, basta solo avere la pazienza di lavare e mondare la materia prima!

Occorrente:

  • 5 banane tigrate
  • 200 gr di fragole
  • un cucchiaio di zucchero di cocco o di sciroppo di agave
  • un cucchiaio di semi di chia

Per il procedimento lo illustro in questo video !

 

Finalmente ritorno …alla frutta!

Care mie banane… son tornata da voi!!!! Mi sono  ripromessa che con L’arrivo della primavera , sarei tornata sui miei dolci squisiti pasti della frutta, ebbene si!  Il mio grande amore, la mia alimentazione ideale ispirata al regime della raw till four la cui guru è la famosissimma Banana freelee. ecco il mio video di riapertura rubrica che gira intorno a quuesto stile di vita: