Gli omogenizzati, ma anche no…

imagesM42RCREY

Ma perché, mi chiedono spesso, perdere tanto tempo e fatica per cucinare delle pappe per un bebè? Non ci sono gli omogeneizzati, sicuri, fatti apposta, già pronti? Io, do solito, rispondo così: tu mangeresti tutti i giorni carne in scatola, oppure minestre di verdure liofilizzate? E allora perchè darle ad un bambino? Basta fare un giro al supermercato per rendersi conto che non è vero che l’omogeneizzato sia meglio delle pappe cucinate in casa: date un’occhiata alla data di scadenza e ditemi come è possibile che un prodotto a base di orata scada tra tre anni!!!

Se ancora non siete convinti comprate una confezione di omogeneizzati ed apritene uno: che odore ha? Sa di orata, di coniglio, di pollo, oppure ha un odore (ed un sapore) indistinto? Come ho già detto penso che sia molto imporante far sperimentare tutti i sapori ad un bambino, dargli una specie di imprinting del gusto, in modo che possa imparare ad apprezzare e a gustare tutti gli alimenti che, nell’arco della sua vita, incontrerà.

Un rapporto sano, curioso, attento con il cibo inizi proprio adesso, nei primi mesi in cui un neonato passa, con gradualità e attenzione, dal solo latte materno ad un’alimentazione fatta di ancora di latte, ma anche di molte altri alimenti.

Quanto alla sicurezza degli omogeneizzati, al fatto che gli ingredienti siano controllati ed il vasetto sai sterilizzato io dico: ma voi, quando allattate vostro figlio, vi sterilizzate il seno tutte le volte?

Siete proprio sicure che far vivere e nutrire un bimbo in un ambiente sterile sia non dico possibile, ma utile?

Insomma mamme e papà mettetevi ai fornelli e cucinate per i vostri bambini, in modo da farli diventare dei piccoli gourmet!

dal blog “ènataunamamma”

BROUX il colore trendy del momento

SONO DIVENTATA, SENZAVOLERLO, UNA DONNA DI TENDENZA!!!

ormai  anni che applico sui miei capelli hennè ed erbe ayurvediche che rilasciano riflessi cangianti rossicci ciliegiosi o ramati, con base cioccolato, ebbene, questa è esattamente la stessa nuance che va in voga in questo periodo ahahaha!

10912594_885524884815637_926279750_o

E’ soddisfacente tutto ciò perché tutti i trattamenti che sottopongo i miei capelli hanno puro scopo curativo, l’ estetico, è solo una conseguenza!

Io che sono sempre stata chimicamente bionda, decolorata, piastrata, ho scelta le cure naturali ajurvediche , a discapito di gusti personali, ma alla lunga il colore donato dall’ hennè ha iniziato a piacermi, mi ritengo molto soddisfatta… e quest’ anno è pure di moda!!!!

Latte di mandorle fatto in casa (crudista)

img_20140612_061102.jpg

Ciao  a tutti !

sto riprendendo a scrivere il mio blog e sono ultrafelice!  Ora vi scrivo un modo semplice e genuino per evitare di bere il latte vaccino che oramai sappiamo che nn è la fonte di calcio adatta per il nostro organismo, cioè lo dà … ma poi lo rivuole con gli interessi! A questo proposito vi invito a leggere qui.  possiamo comprare gli innumerevoli latti vegetali esistenti sul commercio, ma oltre a essere dannosi per l’ ecologia per tutti i tetrapack da smaltire nei rifiuti , sono alla lunga dannosi per il portafoglio! E allora perché nn prendere la sana abitudine di autoprodurci il latte a casa??? basta prendere un po’ la mano, e il gusto è più fresco e  più sano .

cosa occorre?

  • 110 gr di mandorle sgusciate
  • 900 ml di acqua
  • un cm di alga combu
  • un dolcificante a piacere ( io ho scelto lo sciroppo d’agave)

 

ora passiamo al procedimento

Mettere in ammollo per una notte le mandorle, spelarle e metterle nel frullatore. Aggiungere solo una parte di acqua, circa 150 gr.  e frullare nn in modo continuativo per evitare che si surriscaldi il composto, fino ad ottenere una pasta qunto più frullata possibile , una cremina bianca. Versare il composto suun canovaccio di lino a sua volta appoggiato su un colino a maglie strette. Versare l’ acqua rimasta piano e successivamente strizzare più forte che potete il succo  che fuoriesce dal canovaccio.  Mettere l’alga combu che gelifica un po’ il liquido e da’ preziosi oligoelementi come il calcio  almeno per un ora.mettere in una bottiglia d vetro e il gioco è fatto!

crepes di riso ripieni di tofu e spinaci

buongiorno a tutti! sono mancata un bel po’ ma  purtroppo col mio piccolo  ora ho pochissimo tempo per dedicarmi al blog! ma prometto di scrivere ogni tanto, o  almeno di provarci!

701954_1111159718918818_87567495535817416_o

bando alle ciancie ecco cosa occorre per questa ricetta:

per 8 crepes

  • 100 gr. di farina di tipo 1
  • 70 gr. di farina di riso
  • 3 gr di sale
  • 300 ml di acqua

per il ripieno

  • 250 gr. di spinaci lessati e strizzati
  • 250 gr. di tofu morbido (silk tofu)
  • sale pepe noce moscata a piacere
  • lievito alimentare in scaglie q.b.
  • pan grattato q. b.

12794975_1111159948918795_1517336437173790287_o

allora per prima cosa preparare l’ impasto delle crepes. unire gli ingredienti secchi ( farine e sale) e mescolare, sempre mescolando unire a filo l ‘acqua fino ad ottenere una pastella liquida ma compatta tipo yogurt da bere. far riposare mezz’ora

Nel frattempo preparare il ripieno  . Mettere nel mixer gli spinaci strizzati ma nn troppo , il tofu  il sale pepe e noce moscata, e in base a come è idratato il composto aggiungere lievito e pangrattato , in modo da ottenere  una consistenza da prendere a cucchiaio.

in una padella antiaderente leggermente sporcata di olio o meglio una in pietra bollente per bene, mettere un mestolo piccolo alla volta e far cuocere per un paio di minuti o finchè inizia a staccarsi, all’ inizio è difficile ma poi prenderete la mano, si possono preparare e congelare, così il piatto risulta rapidissimo 🙂 io gioco sempre d’anticipo soprattutto ora che sono mamma e il tempo per cucinare cose più elaborate nn c’è.

Smoothie alla banana ananas e cocco

Lo smoothie alla banana con ananas e cocco è una bevanda sana e ricca di sostanze nutritive .

  • 1 banana intera*
  • 6 fette di ananas*
  • 1/2 bicchiere di acqua
  • 1 cucchiaio di farina di cocco
  • 1/2 bicchiere di latte di cocco

*congelata se possibile.

Preparazione

Per preparare lo smoothie alla banana con ananas e cocco mettete nel bicchiere del frullatore la banana e l’ananas a pezzetti, l’acqua e il cocco e metà del latte. Avvitate il bicchiere e frullate ad intervalli di 3-4 secondi. Quando risulta abbastanza cremoso aggiungete altro latte e continuate a frullare. A seconda di come preferite lo smoothie, se più o meno denso, potete aggiungere più latte o acqua.

l’Aceto di Mele: 10 benefici motivi per usarlo!

Sapevi che l’aceto di mele biologico è alcalinizzante, antiossidante, fa bene ai capelli e al viso,… Scopri qui una ricetta per utilizzarlo al meglio!

Una mela al giorno toglie il medico di torno

Questo dice la saggezza popolare e questo confermano le più recenti scoperte mediche: le mele sono ricche di

sali minerali tra cui calcio, fosforo, magnesio, potassio, sodio e zolfo
oligoelementi come ferro, magnesio, rame
vitamine, in particolare vitamina A e C
proteine, zuccheri, fibre,…
pectina, che agisce come disintossicante dell’organismo

Le sostanze preziose della mela si trovano in tutte le parti del frutto: nel torsolo, nella polpa, e nella buccia, e nell’aceto di mele esse sono ancor più concentrate.

I 10 vantaggi dell’Aceto di Mele

1. Migliora la produzione di saliva ed enzimi digestivi. Ciò porta a una diminuzione del gonfiore addominale, e dei problemi digestivi.

2. Contribuisce al mantenimento di un corretto peso-forma: stimola il metabolismo, e al contempo attenua il desiderio di dolce.

3. Attiva le difese immunitarie, e uccide batteri, funghi e altri micro-organismi.

4. Stimola la circolazione, e contribuisce al drenaggio delle cellule adipose e della cellulite.

5. Migliora la pelle: può essere utilizzato per alleviare acne, punture d’insetto, funghi. Inoltre è un potente antiossidante.

6. Contenendo acido malico, allevia i dolori articolari e contrasta la formazione di calcoli.

7. Alcalinizza il corpo umano.

8. Essendo ricavato anche dalla buccia di mele è ricco di triterpenoidi, che contrastano la proliferazione di cellule tumorali.

9. Essendo acido può essere utilizzato per fare i vapori: tonifica i polmoni favorendo l’espulsione del muco. Inoltre uccide gli eventuali agenti patogeni presenti nell’aria, limitando il contagio.

10. Può essere utilizzato per fare i gargarismi, in una soluzione acqua e aceto: in tal modo si possono alleviare afte, gengive sanguinanti, mal di denti e infezioni del cavo orale.

Per ottenere tutti questi vantaggi è sufficiente utilizzare l’aceto di mele nella propria alimentazione.

Può essere anche assunto tutte le mattine, mescolando insieme 2 cucchiaini di aceto di mele e 1 di miele in un bicchiere di acqua: questo drink contribuisce alla prevenzione di malattie e al mantenimento di un corretto stato di salute.

Riconoscere un buon aceto di mele

Contrariamente a quello che si pensa l’aceto di mele migliore è un po’ torbido, meglio ancora se con qualche filamento sulla superficie. Un aceto distillato ha un aspetto migliore, più limpido e cristallino, ma ha anche perso la maggior parte delle sostanze che lo rendevano così sano.

Attenzione anche al prezzo: un buon aceto di mele deve essere di origine biologica, ed ottenuto da buccia+polpa+torsolo delle mele.

Molte industrie, invece, utilizzano la polpa delle mele per produrre la composta, mentre succo e torsolo vengono considerati scarti e quindi impiegati per realizzare l’aceto di mele. In questo modo però si perdono le sostanze nutritive presenti nella polpa.

VLOG – VIENI A CORRERE CON ME!

Ecco un video blog per presentarvi una delle mie passioni.

Partendo da casa mia fino alla spiaggia sono poco più di 2 km. Poi ritorno e sono altri 2 km, per poi proseguire un altro pezzo di pista ciclabile su al paese e ritorno fino a metà percorso per scendere al mare e sono in tutto all’incirca 5 km. Da li ritorno a casa e sono in tutto circa 7 km.

Consiglio a tutti a cominciare a coltivare questa disciplina, per svariati vantaggi.

Correre fa bene: aiuta a tenere sotto controllo il peso e gli zuccheri nel sangue, migliora lo stato della circolazione sanguigna, migliora il trofismo osseo, diminuisce il rischio di osteoporosi, migliora l’efficienza muscolare, diminuisce rischio di alcuni tipi di cancro e da’ una mano anche all’umore.

Come ogni attività fisica, all’inizio non bisogna esagerare, ma iniziare piano piano, ed è necessario il parere del medico (possibilmente uno specialista vegan…). per il resto è costo zero, apparte un buon paio di scarpe e l’occorrente tipo cardiofrequenzimetro e una giacca  a vento. che si acquistano solo una volta.

10 buoni motivi per bere al mattino acqua e limone

image

Al mattino appena svegli e a digiuno proviamo a iniziare bevendo una tazza di acqua tiepida e limone, elementi semplici ma benefici.

Il succo così acido del limone ha la sua principale proprietà proprio nell’avere nel nostro organismo, un’azione contraria, cioè alcalinizzante. Gli acidi che lo caratterizzano una volta introdotti nell’organismo danno infatti reazione basica, questo perché durante la metabolizzazione l’acido citrico si ossida e i sali che ne derivano danno origine a carbonati e bicarbonati di calcio e potassio che contribuiscono all’alcalinità del sangue.

Questi benefici dell’iniziare la giornata con il limone:

1. Rafforza il sistema immunitario: I limoni sono ricchi di vitamina C e di potassio, che stimola le funzioni cerebrali e nervose. Il potassio aiuta anche il controllo della pressione arteriosa.

2. Bilancia il PH: Bere acqua di limone ogni giorno riduce l’acidità totale del vostro corpo. Il limone è uno degli alimenti più alcalini. Sì, il limone ha acido citrico, ma non crea acidità nel corpo una volta metabolizzato.

3. Aiuta la perdita di peso: I limoni sono ricchi di fibre di pectina, che aiutano a combattere la fame. È stato anche dimostrato che le persone che hanno una dieta più alcalina perdono peso più velocemente.

4. Aiuta la digestione: Incoraggia il fegato a produrre la bile, che è un acido che è richiesto per la digestione. La digestione risulta efficiente e si riducono il bruciore di stomaco e la costipazione.

5. È un diuretico: limoni aumentano il tasso di minzione nel corpo, che aiuta a purificare. Le tossine sono, pertanto, rilasciate in modo più veloce per aiutare a mantenere la salute del tratto urinario.

6. Pulire la pelle: Il componente di vitamina C aiuta a diminuire le rughe e imperfezioni. Acqua di limone elimina le tossine dal sangue e aiuta a mantenere la pelle chiara. In realtà, può essere applicato direttamente sulle cicatrici per ridurre il loro aspetto.

7. Rinfresca l’alito: Non solo questo, ma può aiutare ad alleviare il dolore e gengiviti. L’acido citrico può erodere lo smalto dei denti, quindi questo deve essere controllato molto bene. Consigliamo quindi di risciacquare a fondo con acqua dopo averlo bevuto o di lavare i denti.

8. Allevia i problemi respiratori: acqua calda limone aiuta a sbarazzarsi di infezioni polmonari e fermare la fastidiosa tosse. 

9. Aiuta contro la disidratazione: Una tazza di acqua e limone al mattino previene la disidratazione e la cosiddetta fatica cronica o fatica surrenale. Quando il corpo è disidratato, o profondamente disidratato (fatica surrenale) non può svolgere tutte le sue funzioni in modo appropriato, e questo porta ad accumuli di tossine, stress, costipazione, e tutta una serie di altri disturbi.

10. Aiuto a eliminare il caffè: Dopo aver preso un bicchiere di acqua calda limone, la maggior parte delle persone suggeriscono che non hanno alcun desiderio di caffè al mattino.

L’acqua deve essere tiepida, perchè l’acqua fredda crea uno shock al nostro intestino, e la dose di limone va da 1/4 a 1/2 al giorno. E’ bene partire sempre da meno in modo tale che abituiamo il nostro organismo. Il succo di limone può danneggiare lo smalto dei denti in soggetti particolarmente sensibili, pertanto di consiglia di utilizzare la cannuccia per evitare qualsiasi problema di questo tipo.