Raw sushi con Pastinaca

29744342_1852735104761272_4950356191825379488_o

Buongiorno  e benvenuti sul mio blog !

Oggi vi volevo spiegare una buona alternativa totally Raw  e vegan dell’ amatissimo sushi  giapponese.

L’ ingrediente che sostituirà  il riso é la pastinaca ,  vi giuro cruda é buonissima e profumatissima, e  ridotta grazie al mixer in pezzettini piccolissimi , da l idea dei chicchi di riso.

RICETTA E PROCEDIMENTO

  • 3 pastinaca bio
  •  2 cucchiai  di pasta di anacardi
  • verdurine a piacere a listarelle ( avocado carota peperone cetriolo zucchina )
  • alga nori cruda ( é piu scura , quasi nera)

 

togliere le estremità delle pastinaca e tagiare a tocchetti grossolanamente ,  avviare il mixer  con lama ad esse  e ridurre i pezzettini, dopodiché versare il  tutto in una ciotola , amalgare bene le due noci di pasta di anacardi , in modo che prendendo l’ impasto si agglomeri bene.

Ora che abbiamo ottenuto il nostro  ” riso ” possiamo procedere  normalmente ed assemblare il nostro sushi nella maniera classica, di seguito faro’ un video esplicativo  per fare il raw sushi. accompagnate il sushi con la salsa di soia nn pastorizzata ,  si chiama nama shoyu.

Bene fatemi sapere se non é troppo buona questa versione di sushi , io la preferisco rispetto a quella con il cavolfiore, non mi entusiasma particolarmente, e voi come la fate? baci e alla prox !

Annunci

tacos di grano saraceno crudisti (lowfat)

30052108_1851656634869119_8875307504340044412_o

ECCOMI DI RITORNO  bene , oggi vi presento quella che me é una scoperta culinaria crudista davvero eccellente , cioé il grano saraceno . in realtà in passato l ho mangiato , ma mai in versione RAW. Io ho utilizzato il grano saraceno decorticato , ma il massimo delle sue potenzialità nutrizionali si hanno con il grano saraceno GERMOGLIATO.

Il grano saraceno  Il grano saraceno(Fagopyrum esculentum) è una pianta erbacea della famiglia delle Poligonacee. Non si tratta di un cereale dal punto di vista botanico, dato che non fa parte della famiglia delle Graminacee. Talvolta il grano saraceno, insieme alla quinoa, viene definito come uno pseudo-cereale. le sue origini sono asiatiche.

grano_saraceno_proprieta_benefici

è una fonte di sali minerali come ferro, zinco e selenio. I suoi semi contengono l 18% di proteine, con valore di bioassorbibilità superiore al 90%. Apportano amminoacidi essenziali, tra cui troviamo soprattutto la lisina, la treonina e il triptofano. Si tratta inoltre di una fonte di antiossidanti, come rutina e tannini.

Il grano saraceno non contiene glutine . Dalle tabelle dell’Inran comprendiamo che 100 grammi di grano saraceno contengono 12,4 grammi di proteine, 3,3 grammi di lipidi, 13,1 grammi di acqua e 62,5 grammi di carboidrati.

Dunque é  allineanto alla perfetta  distribuzione dei macro.

Ma veniamo alla ricetta dei tacos , che poi in base alla forma ,alla grandezza, allo spessore ed infine alle ore passate in essiccatore , lo stesso impasto puo’ essere utilizzato per sostituire pane, gallette, crackers ,basi pizze ecc….

TACOS di grano saraceno : (4 porzioni)

  • 150 gr di grano saraceno decorticato ammollato per una notte
  • 3 cucchiai circa di lievito alimentare in scaglie
  • uno spicchio d ‘ aglio
  • capperi due cucchiaini
  • semi di chia 1 cucchiaio
  • sale, pepe, origano, altre spezie a piacere
  • facoltativo peperoncino piccante in polvere

versare in un mixer con lama ed esse il grano saraceno scolato , e il resto di tutti gli ingredienti , deve risultare un impasto compatto e cremoso , girando il cucchiaio il composto nn deve cadere.

iniziare a stendere con il leccapentola unto con olio di sesamo o con qualsiasi  altro olio che preferite, il composto in modo da formare 4  dischi di circa 15 cm di diametro, ne troppo spessi ne troppo fini  , tenete conto che si ridurranno all ‘ essiccazione .

far essiccare tutta la notte , io ho acceso prima di  andare a letto alle 10 , (ebbene si vado presto perché vado a nanna con il bimbo) e alle 8 lo spengo , deve risultqare secco ma nn croccante , deve essere di consistenza elastica , io ad esempio non ho ritenuto opportuno girare i dischi in questo caso, ho voluto una parte piu secca e una piu morbida.

Risultato ? chiedetelo a mio figlio ! li adora!

Miniburger di avena sapore mediterraneo

Salve a tutti! Ripropongo anche oggi miniburger! Ebbene si…. sono stata contagiata dalla burger mania! Questo perché é un facile pasto completo, sia da fare che da maneggiare per il mio piccolo 2 enne. In piu é adatto anche  a me che seguo un alimentazione 80 10 10. Essendo completamente senza oli né sale. Sono buonissimi sani e nutrienti.

INGREDIENTI Per 10 miniburger:

  • 200 gr di fiocchi d avena
  • 6 pomodori secchi dissalati
  • 1/2 peperone rosso
  • Erbe provenzali
  • 1 Spicchio di aglio
  • Un cucchiaino di semi di lino
  • Farina precotta di miglio q.b.
  • Mezza zucchina
  • Una cipolla

Procedimento:

Versare nel.mixer tutti gli ingredienti, aggiungere un pochino di acqua , giusto per ottenere un bel Impasto malleabile.  Aggiungere  della farina ptecotta al fine di migliorare la texture. Con  il cucchiaio prendere una noce del compostoe far dorare in entrambe le parti in una padella antiaderente o di ceramica. E sono pronti per tutta la famiglia!

Medaglioni di amaranto e polenta


Dopo una lunga assenza forzata per mancanza di connessione ( sono stata letteralmente nella foresta per un mese e mezzo) vi riscrivo descrivendo una delle mie ricette vegane sane e nutrienti , ottime come pasto per i piu’ piccoli. 
INGREDIENTI PER 15 MEDAGLIONI CIRCA:

  • 250 gr di amaranto
  • 750 ml di acqua
  • Una carota
  • Una cipolla
  • Una zucchina
  • Uno spicchio di aglio
  • Un cucchiaio di lino spezzato
  • 200 gr di fiocchi di avena macinati
  • 250. gr Di polenta 
  • Un cucchiaio di thain
  • Spezie a piacere

PROCEDIMENTO:

Mettere insieme in una casseruola acqua e amaranto e cuocere per circa 40 minuti. Spegnere il fuoco e lasciarlo riposare in modo che gonfi, mettere da parte. Nel frattempo preparate le verdure: tritarle nel robot e passarli in padella con un filo di olio 10 minuti. 

A questo punto unire i due composti e aggiungere i fiocchi di avena , i semi di lino la polenta, fino a raggiungere una consistenza tale da poter maneggiare col leccapentola. Infine mettere thain e le spezie.

Con il leccapentola prendere una noce per volta il composto formando dei rettangoli su una padella antiaderente aggiungendo un filino di olio evo, a fiamma moderata, far cuocere 3 4 minuti per parte, et voila bon apetit!

Maccheroni al (non )formaggio

Buongiorno e ben ritrovati nel mio blog! Oggi vi spiego una ricetta  must italiana, soprattutto all’ estero , i maccheroni al formaggio, ma in versione vegan , quindi super light e nutriente , in quanto è composta di una crema fatta con gli anacardi , un frutto proveniente dal Brasile , alleato del cuore e degli occhi, e nella dispensa di un vegano, e più di un vegano crudista , non deve mai mancare.16593873_1211349215587512_641227840_o

GLI INGREDIENTI: per 3 persone

  • anacardi 100 gr
  •  2 patate medie
  • 2 carote
  • una cipolla grande
  • uno spicchio di aglio
  • fecola di patate quanto basta
  • 300 gr di pasta a  piacere ( io ho  usato le coquellette)
  • facoltativo sale o salsa di soya

 

PROCEDIMENTO

Ammollare gli anacardi già dalla sera prima,  scolarli e frullarli nel frullatore con un pò d’ acqua , 100 ml.  fino ad ottenere una crema fluida. Nel frattempo abbiamo bollito le verdure , tranne l ‘ aglio , che verrà utilizzato crudo. Una 20 ina di minuti e sono cotti , scolarli e mettere da parte  l ‘ acqua di cottura. unire la crema di anacardi  l’ aglio , un pò di sale ( io nn lo metto perchè mangia con noi mio figlio) e  le verdure  nel frullatore , aggiungendo se serve un pò di acqua di cottura, dobbiamo ottenere un bel composto liscio e cremoso. bollire in acqua la pasta , una volta cotta versare la crema e mantecare eventualmente con un pò di fecola di patate.

Abbracci light

Quando stai in regime nutrizionale controllato ma nel  pomeriggio ti viene quel nn  so che di languorino e… sei a dieta cavolini! Beh , non disperiamoci! Con un pò di fantasia  possiamo fare dei buonissimi biscotti vegan senza glutine pochi grassi e dolcificato con… una banana! Vi sorprenderete del profumo che emaneranno … e il sapore… beh ! provate e vedrete, io li do anche come merenda al mio bimbo. in regime controllato è sempre meglio fare dolci in quantità minime, per non avere la tentazione di eccedere, benchè siano light. dunque questa ricetta è per circa 8 ABBRACCI  ( tre a me 3 a mio marito e 2 al nanetto)16326807_1195846893804411_2137745212_o

1 banana
120 gr di farina
1 cucchiaio di sciroppo d’ agave
1 cucchiaio di olio ( meglio di riso)
2/3 gr di lievito per dolci
Sale un pizzico

Cannella qb, cacao 15 gr

schiacciate la banane insieme ALLO SCIROPPO , aggiungi olio , lievito, sale e cannella e poi farina di riso setacciata semintegrale, fino ad ottenere una pasta modellabile, dividi a metà e aggiungi in una il cacao. fai due serpenti  incomincia a fare le ciambelle, per metà di cacao per metà senza, in placca da forno con carta forno . inforna a forno preriscaldato 180 °.    Falli raffreddare prima di mangiarli.

Sformato di finocchi vegan

E dieta fu ! Rimettiamoci  ai lavori forzati, niente più scuse, il bimbo ha superato l ‘ anno ma la ciccetta dopo parto è rimasta tale e quale, se nn anche di più! quindi aprirò un nuovo tag del blog ” ricette leggere veg” per chi , come me vuole dimagrire, ma con gusto. Le ricette veg di per sè sono light, ma  non abbastanza, a volte….

16357993_1195548933834207_924458545_o

 

INGREDIENTI:

scottare separamente finocchi e cipolle a fette, intanto preparare la besciamella. scolare le verdure e insaporirle in una casseruola con poco olio e sale, ungere la teglia e mettere pangrattato, mettere uno strato di finocchi e cipolle e poi uno di besciamella , e così via, fino a finire con besciamella pangrattato e un filo d olio. cuocere fino a doratura a forno preriscaldato a 180 200 gradi

Mozzarella vegan autoprodotta

Questa  ricetta che vi propongo è mooolto semplice, però per collaudarla ho fatto ricerche mille prove e varianti per soddisfare i miei gusti , quindi la mia di certo va bene per me, ma potrebbe essere uno spunto per voi , magari da modificare a vostra volta.   Dopo  il non-formaggio spalmabile, dopo la ricotta veg ( silktofu ) e dopo il parmigiano veg , arriva ora il momento della mozzarella veg , che , dopo tutte le ricerche  del mondo , ahimè non esiste assolutamente la versione veg ” filante ” ma si limita ad essere, come dire ” squagliosa ” il che mi basta ,  perchè il mio intento è soddisfare quel nn so che morbido formaggioso da accompagnare un semplice toast,  o da aggiungere sulla pizza, o ad un ripieno di un rustico ecc…

16245017_1191316004257500_494062617_o

INGREDIENTI

 100g anacardi(reidratati in acqua per tutta la notte)
100 ml di acqua
1 cucchiaio di lievito alimentare   in scaglie o in alternativa germe di grano
1 e 1/2 cucchiaino di aceto di sidro di mele
1 cucchiaino di sale
1/4 cucchiaino di aglio in polvere
3 cucchiai farina di tapioca,  amido di mais o fecola di patate.

Passiamo al procedimento! Scolare gli anacardi, frullarli con l’acqua  e ottenere un liquido bianco liscio, a questo punto aggiungere tutti gli altri ingredienti , ossia le germe di grano,  aceto di mele, sale, aglio , e farina di tapioca,frullare il tutto  ottenendo un fluido  liscio ed omogeneo . ora armamioci di un pò di pazienza, usare una casseruola antiaderente e cuocere a fuoco vivo il fluido per circa 5 10 minuti mescolando SEMPRE  altrimenti attacca fa grumi , iniziamo con una frusta, poi appena si condensa  passare al cucchiaio di legno, appena si comincia a fare una palla e si stacca dai bordi, e bene, è pronta! prendete l’attrezzo per fare le palle di gelato , immergete in acqua fredda e cominciate  a formare le palle di mozzarella , buttatele in acqua fredda e salata messa in ciotola. Potete riporre le mozzarelle immerse completamente in salamoia in un contenitore chiuso in frigo per circa una settimana.

Arrivederci al prossimo articolo!

Cipolle in agrodolce

Vi propongo un altro piatto tipico della mia zona ma che ho scoperto che la ricetta abbia origini asiatiche, quindi nn è tutta farina del nostro sacco! Poco importa, poi credo che questa sia tutta nostrana in quanto c’ è l’ uso del mio amatissimo aceto balsamico! può essere proposto come contorno sfizioso, un secondo , o ingrediente per un ghiotto panino!

cam01527

La ricetta richiede cipollotti freschi, quelle con il gambo verde intendo, io invece ho voluto provare il piatto con le cipolle classiche , ma quelle più piccole che ho trovato. In più  ho sostituito il burro di vacca  con del burro di soia o altro vegetale.

Ecco come procedere:

INGREDIENTI :

  • 1 kg di cipolle
  • 1/2 bicchiere
  • 1 noce  abbondante di burro vegetale, possibilmente senza grassi idrogenati e bio
  • olio di semi di girasole  (1 cucchiaio)
  • due cucchiai di zucchero integrale mascobado
  • 2 foglie di alloro
  • un pizzico di sale.

Per prima cosa sciolgo il burro nell ‘ olio . una volta sciolto aggiungo lo zucchero girando fino ad ottenere un colore giallo paglierino , dopo pochi istanti a fuoco medio. Ed ora tocca all ‘aceto balsamico, aumentando il fuoco, perchè deve sfumare. aggiungo le cipolle  e lavate e sbucciate rimaste intere, abbasso la fiamma e copro. Lasciare cuocere per 40 min o più dipende dalla grandezza delle cipolle, girare di tanto intanto e controllare che nn si asciughi troppo , nel caso aggiungere dell’acqua. una volta che le cipolle si sono ammorbidite e dopo che si è formata una bella salsina , aggiungo il sale , mescolo e servo.

Buon appetito e alla prossima ricetta!