Bevanda detox al limone curcuma e zenzero

bevanda-detox_slide_mini
Questa bevanda nn è assolutamente farina del mio sacco, ma è stata proposta nel libro “Cuisine végétarienne, sans gluten, souvent vegan, parfois crue”
Per chi non lo sapesse – o l’avesse dimenticato – la curcuma è un vero elisir di salute, perchè utile a depurare il fegato e a trattare le coliche biliari; ha un’azione antifiammatoria, contiene vitamina C e antiossidanti, protegge la mucosa gastrica e stimola il metabolismo. Grazie alla sua azione, assimiliamo meno zuccheri e intanto eliminiamo ristagni e tossine che fissano il grasso alle cellule dell’organismo.

Anche lo zenzero accelera il metabolismo, è un antinfiammatorio naturale, favorisce la digestione e contribuisce a mantenere sotto controllo la glicemia ed il colesterolo. Il limone, invece, contiene vitamina C e potassio, ed inoltre ha proprietà diuretiche: favorisce l’eliminazione delle tossine, aiutando reni e fegato. La presenza del gingerolo si prende cura dello stomaco e dell’intestino.
Quindi questa bevanda merita una prova, che dite?

Questa bevanda è consigliata per il risveglio, fresca d’estate e calda d’inverno. Se volete, dolcificata con il miele, ma io l’ho preferita con lo sciroppo d’agave per questioni etiche, ma è ottima anche al naturale

Ingredienti
  1. 750 ml di acqua
  2. 1 limone e 1/2 non trattati
  3. la punta di un cucchiaio da caffé di curcuma in polvere
  4. un pezzo di zenzero fresco di circa 6-7 cm
Modalità dì’ impiego
  1. Portare ad ebollizione l’acqua.
  2. Mettere in una ciotola capiente, i limoni a rondelle, lo zenzero pelato e tagliato a listarelle e la curcuma.
  3. Versare sopra l’acqua bollente e lasciare in infusione un quarto d’ora.
  4. Filtrare subito se si consuma caldo, oppure tenere in frigo in una caraffa e filtrare al momento del consumo.

FLUORO ASSASSINO


USA ammettono : Il Fluoro Fa Male 

http://www.youtube.com/watch?v=1qsXc_nC6tQ&feature=sub

 

 Dalle devastanti sperimentazioni naziste, agli studi avanzati del “Manhattan Project” americano, ai gravi disturbi enzimatici della moderna profilassi mondiale

l sospetto è di quelli da far rabbrividire e inorridire al tempo stesso. Milioni di individui in tutto il pianeta avrebbero, secondo alcuni esperti, subito gli effetti devastanti di una delle sostanze più tossiche esistenti al mondo: il fluoro.Secondo questi studiosi la somministrazione sarebbe avvenuta in maniera totalmente trasparente ai cittadini, ossia tramite l’immissione di questa sostanza negli acquedotti urbani.C’è da premettere che il fluoro è più tossico del piombo e che produce effetti devastanti sul corpo: tumori e fragilità ossea sono solo alcuni esempi. Il fluoro è famoso: appare sistematicamente nei dentifrici, spacciato come baluardo all’insorgere della carie dentale. Eppure si sa che la sua assimilazione provoca disturbi fisici e psichici non indifferenti, mentre il fatto che venga addizionato all’acqua potabile rende impossibile la valutazione delle dosi assimilate. […]

FLUORO E ASPARTAME – VELENO PER UMANI – DEPOPULATION A.D.

http://www.youtube.com/watch?v=YFtOc8b8SMc&feature=fvst

Gli effetti del fluoro

Gli studi epidemiologici odierni condotti su acque fluorate negli USA dimostrano, invece, che il fluoro talvolta non sortisce alcun effetto contro la carie, anzi, in taluni casi la aggrava. I danni più visibili sono le macchie bianche sui denti, ma quelli a livello fisiologico sono peggiori. La situazione attuale non è tranquillizzante. Circa i due terzi di tutta l’acqua potabile degli Stati Uniti è fluorata, resistono solo alcune contee che non ne hanno ancora regolamentato l’uso. I dentifrici di tutto il mondo sono pieni di fluoro, e siamo bombardati da spot televisivi che ne tessono le lodi. Questo è un assurdo, perché il fluoro è un veleno potentissimo, un cosiddetto “veleno citoplasmatico”.

All’atto pratico stiamo subendo un vero e proprio avvelenamento legalizzato. Gli effetti dei fluoruri infatti, oltre a rompere le catene del DNA e RNA formando legami con i loro gruppi amidici e quindi risultando dannosi per la sintesi proteica e teratogeni, bloccano gli enzimi legandosi ai coenzimi al posto del Magnesio e del Fosforo. Il professor Steyn, farmacologo e tossicologo del dipartimento per la salute della Repubblica del Sud Africa, afferma: “I fluoruri sono fra i più potenti veleni enzimatici ad ampio spettro. Bloccano l’enzima lipasi ad una bassissima concentrazione, causano disturbi enzimatici scatenanti molteplici malattie, come allergie, arteriosclerosi, osteoporosi, tumori, oltre a malformazioni fetali”. L’accumulo di fluoruri nel corpo può essere considerato concausa nell’insorgere di malattie come il mongolismo, alterazioni cromosomali, labbro leporino, inoltre c’è una stretta correlazione nei bambini con danni ai denti causati da fluorosi e le malattie cardiache; in quanto il fluoro sottrae il calcio alla sua funzione di mediatore delle contrazioni cardiache. Secondo alcuni esperti tedeschi, piccole dosi di fluoro facilitano l’insorgere di tumori.

Nelle industrie dove c’è molta polvere di fluoro, i tumori polmonari sono più alti. In una miniera di fluorspato del Newfoundland (isola dell’Est Canada) dal 1933 al 1951 circa il 21% dei lavoratori furono uccisi da cancro polmonare. L’uso del fluoro nell’acqua potabile rappresenta un pericolo per le popolazioni di tutto il mondo, un pericolo che va fermato. Provoca gravi danni fisici e costituisce un mezzo di somministrazione di massa che ci riporta indietro di 50 anni, all’epoca delle sperimentazioni dei nazisti e delle loro disumane metodologie.

Come si suol dire: L’Informazione è tutto!   Guardate un pò da Wikipedia cosa ho trovato:

La recente diffusione di integratori anti-carie al fluoro consigliati da pediatri e dentisti in età infantile ha fatto sì che crescesse il numero degli studi sull’effettiva efficacia della sostanza e sui suoi effetti collaterali. Alcuni studiosi, tra cui il chimico Giorgio Petrucci, docente a contratto all’Università degli Studi di Firenze e autore del libro I pericoli del fluoro, sostengono che il fluoro non sia efficace contro la carie e che la convinzione che lo fosse sia stata diffusa a partire dagli anni ’40 senza prove scientifiche, sulla base di interessi economici (il fluoro è un rifiuto nucleare il cui smaltimento sarebbe troppo costoso[1]). Per via della capacità del fluoro di ridurre il quoziente intellettivo, alcuni sostengono che venga somministrato allo scopo di aiutare il controllo delle masse. Altra accusa mossa al fluoro è quella di concorrere all’indebolimento delle ossa. La soglia tra dose consigliata (un milligrammo al giorno) e dose sconsigliata (1,6 milligrammi al giorno) sarebbe troppo bassa.

Tanto per mostrarvi che non vi stiamo a raccontare fandonie, Marzia ha comperato un dentifricio in Francia ed io gli ho scattato delle foto.Ricordate casi come l’Aspartame?Prima “toccasana” e adesso citato in alcuni prodotti con la sigla “No Aspartame” perchè hanno scoperto che non fa certo del bene alla salute…Sarà un caso ma guardate un pò cosa trovate su questo dentifricio…Ho provato a cercare un dentifricio senza fluoro anche in un noto centro commerciale di Arma…l’unico era un dentifricio “salino”, stranamente più caro degli altri……ma se il Fluoro fa tanto bene, perchè i dentifrici nei quali è assente costano più cari!?

Guardate questo post che ho trovato sul forum: http://www.hybrid-syn…..e datato Settembre 2007.

L’UNICEF ha recentemente dichiarato: ” per decenni abbiamo creduto che il fluoroin piccole dosi non avesse effetti collaterali sulla salute.Ma sempre più scienziati stanno seriamente mettendo in discussionei benefici del fluoro, anche in piccole quantità. ”

..qui di seguito i ” bene../male.. ” del fluoro:

Il fluoro e’ stato piu’ e piu’ volte accusato di alterarecicli metabolici molto importanti.

Bioanalisi sugli animali suggeriscono che il fluoro è carcinogeno,specialmente per tessuti quali ossa (osteosarcoma), con esiti diosteoporosi dell’anca e possibili tumori al fegato.

Il potenziale carcinogenetico è supportato dalla geno-tossicitàe dalle proprietà farmacocinetiche dei fluoruri.

Il fluoro ha effetti negativi sul sistema nervoso centrale,determina alterazioni comportamentali e deficit cognitivi.

Il fluoro e’ un agente chimico molto attivo epuò causare anche problemi intestinali.

Il fluoro ha la capacità di inibire o alterare numerosi enzimi necessarial normale funzionamento del nostro organismo: metabolismo,crescita e regolazione cellulare..sono in aumento le richieste (..e le offerte) di dentifrici senza fluoro…

io  personalmente uso questo dentifricio, quando lo uso, perché di solito mi spazzolo solo con acqua e una goccia di olio essenziale di tea tree oil.

http://www.bellanaturale.it/759-thickbox_default/aloe-dentifricio-gel-eucalipto-e-malva-bjobj.jpg

Inci name: sorbitol, aqua (water), aloe barbadensis gel*, silica, xanthan gum, xylitol, sodium cocoyl glutamate, malva sylvestris extract*, glycerin, eucalyptus globulus oil*, limonene, potassium sorbate, sodium dehydroacetate. * da agricoltura biolaltre fonti di assunzione di fluoro sono:

• chewingum

• medicinali

• fertilizzanti

• bevande gassate (coca cola – pepsi etc…)

• te in bottiglia o lattina

• gatorade

• bastoncini di pesce (meccanicamente disossati)

• bastoncini di pollo (meccanicamente disossati)

• alcuni vini

• alcune birre

• cibi cucinati in contenitori col fondo in teflon

• alcuni sali da cucina fluorati

• alcuni tipi di anestetici (Enflurane, Isoflurane & Sevoflurane)

• sigarette
TRATTO DAL FORUM :  http://www.meetup.com/339bio/messages/boards/thread/4051208?thread=4051208

Il mantra ” Om Shanti”, un suono per pacificare l’anima

( tratto dal blog INSEGNAMENTI DI LIBERAZIONE DEL BUDDHISMO TIBETANO)

I saggi che scrissero i Veda  (i più antichi libri sapienziali), dopo aver esaminato la respirazione e il linguaggio, scoprirono che ogni suono, ogni vibrazione  ha un suo specifico effetto sensoriale che, oltre all’udito, coinvolge tutto il corpo.

Il sanscrito è una di quelle lingue come l’aramaico dove le parole sono formate da vibrazioni specifiche; dove il suono e la forma sono la stessa cosa, il suono e la sensazione sono la stessa cosa, il ripetere un suono permette il manifestarsi di quella forma.

Ad esempio  la vibrazione della parola pace è il suono Sh. Pace in sanscrito si dice  infatti Shanti (si pronuncia scianti). Pronunciando queste due parole, pace e shanti, avremo lo stesso effetto culturale ma un diverso effetto sensoriale e vibratorio.

Viene spontaneo per dire a qualcuno di tacere , o per calmare qualcuno che soffre o un bambino piccolo che piange, pronunciare a lungo il suono  sccc  come in sci, proprio per portare calma, pace. Questo è un esempio conosciuto e sperimentato da tutti di come l’effetto vibratorio di una  ripetizione per diversi minuti, con o senza accompagnamento musicale, del suono Scc (shanti)  produca un effetto rilassante sui sensi e il sistema nervoso di chiunque anche di chi non conosce il significato della parola.

Anche in natura l’onda emette lo stesso suono e questa ha la capacità di mettere pace  all’interno di noi stessi, perché  questo suono vibra come il pensiero di pace.

In ebraico antico pace si dice Shalom, in sanscrito Shanti, in aramaico Heshusha, e hanno la stessa radice di: Yeshua, Shiva, Krishna, Krishtos, Sciamano, tutto ciò che porta quiete nella mente ha questo suono.

Il Mantra Om Shanti significa pace nella mente, nella parola e nel corpo; credo che se tutti potessimo essere davvero in pace e portare la pace nelle nostra vite, la nostra energia potrebbe viaggiare così anche verso gli altri , senza parole, diventando  contagiosa . Non abbiamo dunque timore ad usare questo suono, a  mettere in questo suono tutto il nostro amore, la nostra compassione, il nostro desiderio di provare o di sollecitare quiete, il nostro potere di volontà di comunicare pace.

Nel ripetere questo mantra Om Shanti possiamno seguire questa sequenza, (il trattino indica la pausa): Om-Shanti Om- Shanti Shanti Shanti Om- e poi continuate Om-Shanti Om-Shanti Shanti Shanti Om…. Ripetendolo per  qualche  minut0 di seguito.

la ghiandola pineale e il risveglio di coscienza

I campi elettromagnetici limitano la ghiandola pineale e la consapevolezza umana.

EpifisiMentre l’umanità continua il suo viaggio nel nuovo millennio, la tecnologia e la comunicazione giocano un ruolo sempre più importante nella vita di ognuno di noi: la maggior parte delle persone nei paesi sviluppati, sono collegate tra loro tramite telefoni cellulari, tablets e computers. Le case moderne hanno una crescente varietà di apparecchi elettrici/elettronici, dai modem wireless, agli elettrodomestici intelligenti, ecc. Le persone oggi sono dunque continuamente esposte a campi elettromagnetici artificiali (artificial electromagnetic fields: EMF), aspetto che molti scienziati considerano piuttosto dannoso per il corpo umano.

Anche se qualcuno potrebbe ancora dubitare, sul fatto che un uso prolongato di dispositivi come il cellulare, possa causare cancro e tumori cerebrali, tuttavia va riconosciuta la prova documentata, in cui si evince che i dispositivi elettronici possono perturbare la funzione cerebrale. “La International Agency for Research on Cancer” (IARC: Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro), classifica i campi elettromagnetici (EMF) come “probabili cancerogeni” per gli uomini, in quanto in grado di indurre la trasformazione di cellule normali in cellule cancerogene.

Tra le ricerche condotte sugli effetti dei campi elettromagnetici, troviamo uno studio condotto da “Bary W.Wilson” ed altri, pubblicato nel “Journal of Pineal Research”. Wilson & co. hanno esaminato i possibili effetti di questi campi negli esseri umani e in particolare sulla funzione della ghiandola pineale, a seguito di un’esposizione ad un  campo elettromagnetico di 60 Hz. Nello studio, i ricercatori hanno misurato la secrezione urinaria della “6-sulfatossimelatonina: 6-OHMS”, un metabolite urinario stabile della “melatonina”, che è l’ormone prodotto dalla ghiandola pineale. I ricercatori hanno misurato questa secrezione in un totale di 42 individui: alcuni dei quali avevano usato delle coperte elettriche a filo polimero continuo o CPW (che si accendevano e spegnevano circa due volte, quando in uso, producendo campi magnetici che erano circa il 50% piu’ forti di quelli provenienti dalle coperte convenzionali), mentre altri solo coperte elettriche convenzionali, per la durata di 8 settimane.

Cosi riportano i ricercatori: “I volontari che avevano usato  le coperte elettriche convenzionali, non mostravano variazioni nella secrezione di 6-OHMS, sia come gruppo che come individui. 7 dei 28 volontari che avevano usato le coperte CPW mostravano cambi significativi nella secrezione media notturna della 6-OHMS. Sulla base di queste scoperte, ipotizziamo che l’esposizione periodica alla corrente continua e alla elettricità di estrema bassa frequenza o a campi magnetici di sufficiente intensità e durata, possano avere, in certi individui, delle conseguenze sulla funzione della ghiandola pineale”. (Journal of Pineal Research)

Un altro studio è stato fatto all’Università di Berna, in Svizzera, sugli effetti dei campi magnetici di 16.7 Hz, sempre sulla secrezione di 6-OHMS. Questo studio si è basato sulla comparazione dei livelli di 6-OHMS in 108 soggetti maschi, che lavoravano tutti come ferrovieri. La misurazione dei livelli di 6-OHMS è stata effettuata sia durante i loro periodi di riposo, sia nei giorni di servizio sui motori azionati elettricamente, o mentre lavoravano sotto le linee di trasmissione. E si riscontrarono elementi simili: “I risultati supportavano l’ipotesi che campi magnetici di 16.7 Hz alterassero la secrezione della 6-OHMS, negli uomini esposti a tali campi magnetici”. (National Center for Biotechnology Information)

Più  recentemente, “Malka N.Halgamuge” della University of Melbourne in Australia, ha ulteriormente indagato gli influssi dei campi elettromagnetici prodotti dall’uomo, sulla ghiandola pineale. Halgamuge afferma nella sua ricerca, che la ghiandola pineale  riconosce facilmente i campi elettromagnetici come luce, e questo fatto determina una riduzione della produzione di melatonina. Egli afferma: “I risultati mostrano quanto sia significativo il disturbo sulla melatonina, causato dall’esposizione a campi elettromagnetici deboli, fattore che a lungo termine può portare a conseguenze sulla salute degli uomini.” (Malka N.Halgamuge – Oxford Journals)

La sede della consapevolezza

La ghiandola pineale è una piccola ghiandola delle dimensioni di una nocciolina, collocata profondamente nella parte posteriore del cervello, le cui funzioni sono ancora per la maggior parte ignote. Recenti studi hanno dimostrato che essa è responsabile della formazione della melatonina, un ormone il cui ruolo attualmente riconosciuto è quello di regolare il ritmo sonno-veglia e i cicli luce-buio, di contribuire al nostro benessere e alla nostra felicità e di combattere i radicali liberi che danneggiano i neuroni. Sembra però che la ghiandola, in particolari condizioni, possa produrre anche un’altra sostanza, il tetrahydro-carboline, un principio attivo che si trova anche nella pianta del Soma. Ebbene, si racconta che i poeti dell’India antica bevessero il succo tratto da questa pianta e che questo avesse un potere stimolante e allucinogeno, che avesse cioè la magica capacità di mettere in connessione il finito con l’infinito, di alterare lo stato di coscienza e condurre alla tanto ambita consapevolezza cosmica.

E’ stato documentato, come abbiamo visto, che la ghiandola pineale è sensibile a tutti i tipi di campi magnetici, incluso quelli geomagnetici delle tempeste solari (Sun’s solar storms) ed è anche estremamente sensibile alla calcificazione dei tessuti, soprattutto se esposta al fluoro (il quale viene attratto magneticamente dalla ghiandola pineale stessa), causando una serie di disturbi mentali.

Culture antiche e moderne e alcuni ambiti spirituali, credono poi che la ghiandola pineale sia la sede del “terzo occhio”: ovvero la sede dell’anima umana, almeno secondo il filosofo francese “Cartesio”, e che regoli la nostra consapevolezza. Le scansioni al cervello rivelano infatti che l’attività della ghiandola pineale aumenta con la meditazione, e molti credono che essa si possa sintonizzare su certe frequenze, determinando un senso di euforia e benessere.

Coloro che hanno avuto “esperienze spirituali”, specialmente dopo la pratica di esercizi di attivazione della ghiandola pineale, sanno già che il corpo può in effetti essere sintonizzato a ricevere certe onde di frequenza di energia, positiva o negativa, e che qualsiasi cosa agiti la funzione ottimale del corpo umano, disturbi anche il potenziale dell’essere umano, nel dare e ricevere energia positiva.

Se la consapevolezza umana è veramente  condizionata dalle prestazioni della ghiandola pineale, e quest’ultima viene condizionata in modo negativo e avverso dalla radiazione elettromagnetica dell’ambiente, allora stiamo seriamente danneggiando  la nostra consapevolezza, sovraesponendola/ci a tale radiazione?

In questa luce, sembrerebbe che mettere in piedi enormi infrastrutture pubbliche, in grado di inondare i nostri corpi e le nostre ghiandole pineali con una miscela caotica di potenti frequenze, possa essere un’altra delle più grandi “cantonate” dell’umanità. Senza dire che alcuni sistemi di “irraggiamento” elettromagnetico, potrebbero, come sostengono alcune teorie di tipo complottistico, anche essere stati ideati appositamente da poteri occulti e perversi, proprio allo scopo di impedire un aumento di consapevolezza nell’umanità.

Proprietà “piezoelettriche” della ghiandola pineale

La ghiandola pineale è dunque molto più di quello che insegnano ai corsi di medicina e gli antichi mistici e filosofi forse avevano ragione nel reputarla la sede dello Spirito. Ci sono dei capitoli della scienza che a volte giacciono abbandonati su vecchi scaffali, e altre volte vengono menzionati nei testi universitari, ma senza nessun tipo di approfondimento.

Nella mente dei giovani studenti e di molti ricercatori questi capitoli vengono automaticamente archiviati nella sezione della memoria “nulla di importante”, e così campi di studio promettenti non vedono mai la luce. Il così detto “DNA spazzatura” ne è un esempio: da decenni gli studenti di medicina, biotecnologia, farmacologia, non si pongono nessuna domanda quanto viene insegnato loro che più del 90% del DNA non serve a nulla, è spazzatura. Eppure pochi minuti prima il docente ha certamente spiegato loro che gli organismi viventi sono quanto di più perfetto e ottimizzato esista, avendo organizzato i loro processi biochimici per non sprecare nulla.

Un altro di questi capitoli misteriosamente sottovalutati, è quello relativo allo studio della ghiandola pineale o epifisi. Abbiamo già detto che essa secerne la melatonina, un ormone con molte proprietà: regola il ritmo sonno veglia, interagisce con l’inibizione della secrezione degli ormoni sessuali, stimola il sistema immunitario e ritarda l’invecchiamento. Ci sono inoltre tre caratteristiche curiose della ghiandola pineale:
– è l’unica parte del cervello a non essere doppia;
– è molto vascolarizzata;
– produce una sabbiolina a base di idrossiapatite ed alluminio, che col tempo si sedimenta al suo interno.

Più di questo, testi universitari e docenti, non dicono. Eppure alcune delle famose ricerche abbandonate sugli scaffali, hanno dimostrato meccanismi interessanti. Ad esempio, nel 1996 un gruppo di ricerca che vedeva coinvolti istituti americani ed israeliani, ha scoperto proprietà “piezoelettriche” nella sabbia a base di idrossiapatite che si sedimenta nella ghiandola.

La proprietà piezoelettrica è la stessa che rende possibili i grandi concerti rock. I tondi grigi che stanno sul pick-up a contatto con le corde di una chitarra elettrica, sono dei cristalli in grado di trasformare le vibrazioni meccaniche delle corde in impulsi elettrici, i quali vengono poi trasferiti attraverso un cavo fino agli amplificatori. Questa è la proprietà piezoelettrica: la capacità di trasformare delle vibrazioni in impulsi elettrici.

Questa stessa capacità, ora si è scoperto, la abbiamo anche noi grazie alla ghiandola pineale e alla sua sabbiolina. Eppure ancora oggi pochi sono i ricercatori che se ne curano. I piezoelettri oltre che nella musica vengono applicati negli orologi al quarzo, nei cellulari, negli altoparlanti, nelle stampanti, nelle radio e in molte altre situazioni. Beh, dovremmo chiederci allora che tipo di funzione possano essi avere nel nostro cervello, viste tutte queste applicazioni nelle tecnologie.

Infine, coincidenza vuole, che la posizione di questa ghiandola, proprio vicina al centro del chiasma dei nervi ottici, sia molto simile a quella del “terzo occhio” indiano. E guarda caso questa ghiandola, come gli occhi è sensibile alla luce. Quello che emerge, è che il ruolo dei campi elettromagnetici sia dunque centrale e assolutamente rilevante, nel funzionamento del nostro organismo. Vi lascio quindi con un’ultima evidenza scientifica, forse in grado di far riflettere: anche il DNA ha proprietà piezoelettriche e queste sono già state studiate da ricercatori come “J. Duchense”, “J. Polonsky” e “P. Douzu”.

Fonti: http://portalemisteri.altervista.org/blog/la-ghiandola-pineale-e-il-risveglio-della-coscienza/
http://www.thelivingspirits.net/php/articolo.php?lingua=ita&id_articolo=611&id_categoria=12&id_sottocategoria=60
Rivisto da Fisicaquantistica.it

LO SPIRITO CHE GUARISCE

E’ proprio così, oggi i neuroscienziati hanno fatto una grande scoperta: lo spirito può guarire il corpo. Essi raccontano stupefatti, e ancora increduli, di come lo spirito possa modificare la struttura biologica del corpo, aiutandola a superare la malattia.

MeditareVale a dire di come qualcosa di non misurabile, pesabile, visibile, possa in qualche modo modificare il visibile, pesabile, misurabile. Meditare, fare Yoga e pensare positivamente – si legge su “Der Spiegel”, uno dei più diffusi e autorevoli settimanali tedeschi (maggio 2013) – conquistano ora anche la medicina ufficiale. Quello che decine di tradizioni sapienziali, centinaia di ricercatori indipendenti, e migliaia di persone praticano quotidianamente e hanno sempre saputo e sostenuto, oggi è finalmente verità scientifica!

Qui di seguito i risultati di alcune interessanti ricerche su questo argomento:

Iniziamo da due autorevoli psicologi, Vladimir Bostanov e Philipp Keune, i quali avrebbero scoperto l’azione guaritrice dello spirito sul corpo umano, mediante esame neurologico (misurazione dell’attività elettrica delle cellule cerebrali) del cervello dei soggetti sotto indagine, prima e dopo un corso di meditazione.

I risultati di questo studio hanno evidenziato come il cervello, dopo il corso di meditazione di otto settimane, abbia significativamente incrementato la propria reattività. Il cervello dei soggetti che lavoravano meditativamente aveva imparato a non rimuginare continuamente, indirizzando le risorse di attenzione liberate concentrandosi sul test. “Meditare aiuta i pazienti a controllare la propria attenzione e li rende meno inclini a perdersi in pensieri negativi”, ha dichiarato il Dr. Keune.

Allo stesso modo di Keune anche la psicologa Bethany Kok, sta indagando il potere di guarigione della mente. La scienziata americana studia in particolare il nervo vago. Insieme ai colleghi della University of North Carolina, la Kok ha portato avanti un interessante esperimento: per nove settimane, 65 donne e uomini, ogni sera, dovevano annotare in un questionario i sentimenti e le esperienze sia positivi che negativi della giornata. La metà del gruppo partecipava poi a un corso di meditazione dove si imparava ad esprimere emozioni come amore, gentilezza e compassione. Bethany Kok ha presentato il risultato della ricerca sulla rivista “Psychological Science”: ebbene, il tono del nervo vago di coloro che meditavano era aumentato in modo significativo.

Spirito che guarisceChi alimenta buoni sentimenti migliora il tono del proprio nervo vago, conclude la Kok – che oggi lavora al Max Planck Institute for Human Cognitive and Brain Sciences di Lipsia – e questo a sua volta è collegato ad una buona salute e probabilmente ad un allungamento della vita”. Questo nervo, da sempre poco studiato, potrebbe rappresentare il collegamento decisivo tra sentimenti positivi e salute fisica. “Le conoscenze acquisite rendono molto verosimile che il nervo vago sia proprio la struttura di collegamento tra corpo e anima” afferma anche il Dr.Thomas Schlaepfer dalla Clinica di Psichiatria e Psicoterapia dell’Università di Bonn. “È lo spirito ad edificare il corpo” scriveva già Friedrich Schiller. Ed ecco che oggi la neuroscienza riconosce quello che il poeta, che peraltro era anche medico, sosteneva oltre due secoli or sono: vale a dire che lo spirito può cambiare il corpo.

In molti ospedali universitari, oggi, psicologi e medici stanno lavorando per abbinare tecniche meditative ricavate da Buddhismo e Induismo alla medicina moderna. Nel suo libro “La meditazione per gli scettici” Ulrich Ott vom Bender, dell’Institute of Neuroimaging dell’Università di Giessen, illustra il sentiero della meditazione, utile “ad ampliare la coscienza ed a liberarsi dagli stereotipi di pensiero e comportamentali acquisiti”.

Anche al Massachussetts General Hospital di Boston, è recentemente stata eseguita una ricerca su 15 pazienti, inizialmente molto agitati, con sonno disturbato e pieni di preoccupazioni. La diagnosi: disturbi d’ansia generalizzata. Per otto settimane hanno frequentato un corso di meditazione, al termine del quale erano in grado di controllare meglio le loro paure e avevano ricominciato a dormire bene. L’indagine ha rivelato che il loro cervello, meditando, aveva subito una modificazione positiva; zone della corteccia prefrontale (deputata alla coscienza di sé) registravano una irrorazione sanguigna superiore, così come le aree deputate alla regolazione del sentimento. Inoltre si evidenziava una maggiore connessione tra la corteccia prefrontale e l’amigdala, il centro della paura nel cervello, rispetto ai pazienti che non avevano meditato.

“Nell’essere umano vi sono elementi chiave per la guarigione – sostiene Winfried Rief, del Dipartimento di Psicologia Clinica e Psicoterapia dell’Università di Marburg – egli, se vuole, può influenzare il proprio recupero anche nel caso di gravi malattie fisiche”. “Per guarire con lo spirito si ha bisogno della connessione tra anima e corpo, dice lo psicologo Manfred Schedlowski, dell’Istituto di Psicologia Medica e Immunobiologia Comportamentale dell’Università di Essen. “Sia che io mediti o che il mio medico susciti un’aspettativa positiva in me, produco dei cambiamenti biochimici che raggiungono i miei organi attraverso il sangue e i nervi”.

Che un atteggiamento positivo verso la vita e la salute siano collegati, viene confermato anche dagli studi epidemiologici. Negli Stati Uniti, i ricercatori hanno studiato fotografie di 196 giocatori di baseball, a partire dal 1952, individuando quelli che sorridevano. Poi hanno ricercato quelli ancora in vita nel 2009. Il risultato: coloro che ridevano avevano avuto un grado di mortalità molto più basso! Ma non è tutto. Alla Duke University Medical Center, hanno scoperto che anche la fede garantisce maggiore serenità. In uno studio su 3851 anziani in North Carolina, si è evidenziato che coloro che pregavano o meditavano, avevano avuto una vita più lunga.

La psicologa Julianne Holt-Lunstad ha analizzato 148 studi di questo tipo, con dati provenienti da oltre 300.000 persone. Il risultato è stato che vive più a lungo chi ha legami sociali, e con un tasso di sopravvivenza maggiore del 50%! In altre parole, essere soli è nocivo quanto fumare, non fare esercizio fisico ed essere in sovrappeso. Di grande importanza ed efficacia naturalmente anche il rapporto medico-paziente; da molte ricerche condotte negli ultimi anni, si è visto come un rapporto di fiducia nei confronti del medico, possa aiutare enormemente il paziente ad attivare le forze di guarigione latenti in lui.

Infine, alcuni ricercatori statunitensi hanno recentemente riconosciuto come cuore e spirito siano strettamente legati. Hanno studiato 201 uomini e donne con problemi coronarici, la metà dei quali praticava la meditazione trascendentale. Il risultato fu che coloro che meditavano avevano visto ridursi lo stress, rinforzarsi il cuore e subìto un minor numero di attacchi di cuore e ictus, quindi con un’aspettativa di vita più lunga.

Insomma – concludono gli scienziati giustamente affascinati da questa straordinaria capacità dell’essere umano – la meditazione agisce sul cervello come una fontana di giovinezza. Essa incrementa la materia grigia nelle regioni del cervello che sono collegate all’attenzione, alla concentrazione e alla memoria. In questo modo, contrasta attivamente stati di tensione e di esaurimento. Inoltre, non rafforza solo il cervello, ma anche i processi vitali del corpo. Il sistema immunitario funziona meglio, la pressione sanguigna diminuisce e aumenta l’attività degli enzimi. Inoltre, e non ultimo, meditare potrebbe anche aiutarci a capire meglio il mondo e noi stessi...

Articolo di Piero Cammerinesi (corrispondente dagli USA di Coscienzeinrete Magazine e Altrainformazione)

Rivisto da Fisicaquantistica.it

Il mondo in mano allo 0’1% della popolazione…

tratto da L’occhio di horus:


Non si capisce com’è che gli ebrei che rappresentano lo 0,1 percento della popolazione occupano non solo i trust economici (maggiori banche, assicurazioni e aziende trust) ma pure tutte le maggiori testate giornalistiche e televisive.

Parliamo in questo caso dell’Italia
Oltre ad Arrigo Levi – per anni editorialista di spicco de La Stampa di Torino – non possiamo non ricordare:

Vittorio Orefice, per anni cronista parlamentare di Rai Uno,
Alain Elkann, ex genero di Gianni Agnelli, giornalista diTelemontecarlo, opinionista di Capital, docente di letteratura italiana alla Columbia University e consigliere dell’ex sottosegretario ai Beni Culturali on. Vittorio Sgarbi,
Silvia Kramar, giornalista di Canale 5,
Fiamma Nirenstein, esponente della destra sionista e collaboratrice de La Stampa, L’Indipendente, L’Europeo e Panorama, nonché responsabile dell’Istituto di Cultura Italiana in Israele,
Gad Eitan Lerner, nato a Beirut, ex dirigente di Lotta Continua, giornalista di Rai Tre e, dal 1993 vicedirettore de La Stampa. Direttore, per un brevissimo lasso di tempo, del telegiornale di Rai Uno poi passato alla Sette,
Clemente J. Mimun, giornalista di Canale 5 poi direttore del telegiornale di Rai Due attualmente passato alla direzione di Rai Uno,
Enrico Mentana, già giornalista di Rai Due poi direttore del telegiornale di Canale 5 e testimonial di alcuni spot a favore dell’8 per mille da devolvere alle Comunità Ebraiche,
Roberto Amen, popolare conduttore del telegiornale di Rai Due,
Monica Setta, giornalista de La 7 e collaboratrice del Corriere della Sera,
Sara Cuneo, giornalista di Canale 5,
Claudio Della Seta, giornalista di Canale 5
Gustavo Rosenfeld, capocronista alla radio,
Umbero Ottolenghi, giornalista di Rai Due,
Lidia Sacerdoti, vicedirettore di Rai Due (rete che ospita la rubrica Sorgente di Vita),
Alice Luzzato Fegiz, segretaria di redazione del T.G. di Rai Tre,
Giorgio Saba, giornalista di Rai Tre,
Emanuele Milano, vicedirettore della Rai poi direttore di TMC,
Carlo Momigliano, vicedirettore di Publitalia, concessionaria pubblicitaria del gruppo Fininvest
Emanuele Ascarelli e Daniel Toaff, della rubrica Sorgente di Vita.
Paolo Mieli, Ex direttore Corriere della Sera, ora presidente di RCS Libri.
Corrado Augias, giornalista di Repubblica, conduttore Rai Tre, parlamentare europeo con il PDS 1994-1999.
Loris Gai, inviato al telegiornale di Rai Uno.

GIORNALISTI e SCRITTORI
SUSANNA TAMARO – Scrittrice
ROBERTO SAVIANO – Scrittore Gomorra (Di madre sefardita)
CORRADO AUGIAS – Scrittore e giornalista Raitre
ARRIGO LEVI – Giornalista
ENRICO MENTANA – Giornalista e conduttore televisivo
CLEMENTE MIMUN – Giornalista direttore Tg5. Tg1 Tg2
DAVID SASSOLI – Giornalista Tg1
RAFFAELE GENAH – Vicedirettore Tg1
MIRIAM MAFAI – giornalista Repubblica
RENZO FOA – Giornalista (figlio di Vittorio Foa) recentemente scomparso
RENATO MANNHEIMER – Sondaggista di Porta a Porta

MARCO TARADASH – Politico radicale e giornalista tv
ROBERTO AMEN – Giornalista TG2

LUCIANO ONDER – Giornalista TG2 trentatrè

LORENZO CREMONESI – Giornalista Corsera

FURIO COLOMBO – ex direttore Unità

IAS GAWRONSKI – giornalista Mediaset e politico FI
GIANCARLO LEHNER – giornalista Libero e parlamentare PDL
RICCARDO FRANCO LEVI – Giornalista e parlamentare PD
GAD LERNER – giornalista La7
SANDRO MAYER – giornalista e direttore giornali gossip
MASSIMO DELLA SETA – Tg5
MASSIMO RAVEL tg3
ALICE WEBLOWSKY tg5
FIAMMA NIRENSTEIN – Giornalista parlamentare PDL
OLIVIERO BEHA – giornalista polemista
PAOLO MIELI – Direttore Corsera, storico, editorialista RCS
MAURIZIO MOLINARI – giornalista inviato USA

ATTORI-REGISTI-SPETTACOLO

ALESSANDRO HABER – attore
BARBARA CAPOTONDI – attrice
MARCELLO CESENA – attore
ALESSANDRO D’ALATRI – regista
ARNOLDO FOA’ – attore
LUCA BARBARESCHI – attore e politico (madre ebrea)
GEORGE EASTMAN (Montefiori luca) – attore anni 70
JOELE DIX (Ottolenghi Davide) – attore-comico zelig
RAUL CREMONA – attore comico zelig
PAOLO HENDEL – attore comico zelig
FRANCA VALERI (vero cognome Norsa) – attrice
CLAUDIO AMENDOLA – attore
CARLO CROCCOLO – attore
ARIANNA DAVID – Attrice ex Miss Italia
ROSSELLA FALK – attrice
FRANCA FALDINI – attrice (moglie di totò)
MARTA FLAVI – conduttrice ed ex moglie di Costanzo
ROBERTO FAENZA – regista

che poi vedi che furbi si italianizzano il nome, come i cinesi

1) Franco Bernabè – EBREO
TELECOM ITALIA
Amministratore Delegato ENI
LA7
Amministratore delegato ROTHSCHILD EUROPE
Membro Trilateral

2) John Jacob Philip Elkann – EBREO
FIAT
LA STAMPA
consiglio di amministrazione RCS -Membro Bilderberg -Vicepresidente Aspen Istitute -Banca Leonardo

3) Carlo De Benedetti – EBREO
Nato in una famiglia benestante ebraica,
LA REPUBBLICA -L’ESPRESSO
Fondazione De Benedetti – Cherasco 1547 (ONLUS)

4) Antoine Bernheim – EBREO
Assicurazioni Generali
Banca Lazard LLC .Amministratore e vicepresidente MedioBanca

5) Mauro Masi – EBREO
DIRETTORE DELLA RAI

6) Ynon Kreiz – EBREO
Presidente e capo esecutivo di Endemol (tutta la programmazione Mediaset)

7) Giorgio van Straten – EBREO
Influente membro del Consiglio di Amministrazione della RAI.
Pochi sanno che, nell’Università di Tel-Aviv vi è un immenso database, nel quale vengono, in eterno, schedati coloro i quali hanno parlato in modo non ossequioso delle “Stato” nazista di Israele .
Se loro fanno le loro liste, perché noi non dovremmo fare le nostre?

I sayanim( gente lieta di servire il popolo di Israele pur vivendo in un Stato diverso)nelle nostre università collaborano con l’intelligence israeliana, che ha, proprio nella più grande università dello “stato ebraico”, il centro nevralgico della raccolta dati. Essi sono per questo da considerare persone potenzialmente pericolose. Ecco i loro nomi:
• Alam Khaled Fouad, Università di Trieste
• Ascheri Mario, Università Roma Tre;
• Bagella Michele, Università di Tor Vergata, Roma.
• Baldassarri Mario, Università “La Sapienza” di Roma.
• Basevi Giorgio, Università di Bologna.
• Bassan Fiorella, Università “La Sapienza”, Roma.
• Beato Fulvio, Università “La Sapienza”, Roma
• Belelli Andrea, Università La Sapienza Roma.
• Benagiano Giuseppe, Università “La Sapienza”, Roma.
• Bernardini Francesca, Università di Pisa.
• Biagini Furio, Universita` di Lecce.
• Bordoni Manlio, Università “La Sapienza”, Roma.
• Bosetti Giancarlo, Univ. di Tor Vergata, Roma.
• Bravo Anna, Università di Torino.
• Brawer Anna, Università di Torino.
• Burgio Alberto, Università di Bologna
• Cabib Elio, Università di Udine.
• Caffiero Marina, Università “La Sapienza”, Roma.
• Calboli Gualtiero, Università di Bologna.
• Calimani Dario, Università di Venezia.
• Calogero Francesco, Università “La Sapienza”, Roma.
• Camiz Paolo, Università “La Sapienza”, Roma.
• Campanella Luigi, Università di Napoli.
• Campelli Enzo, Università “La Sapienza”, Roma…
• Campos Boralevi Lea, Università degli Studi di Firenze.
• Campos Emilio, Università di Bologna.
• Canestri Jorge, Università Roma Tre.
• Caparra Gianvittorio, Università “La Sapienza” Roma.
• Capuzzo Dolcetta Roberto, Università “La Sapienza”, Roma.
• Cayre Yvon, Università “La Sapienza”, Roma..
• Ceccherini Pier Vittorio, Università “La Sapienza” Roma.
• Cerulli Luciano, Università di Tor Vergata, Roma.
• Cerutti Fusco Annarosa, Università “La Sapienza”, Roma.
• Cipriani Roberto, Università Roma Tre.
• Coen Giorgio, Università “La Sapienza”, Roma.
• Colarizi Simona, Università “La Sapienza”, Roma.
• Compagnoni Roberto, Università di Torino.
• Consarelli Bruna, Università Roma Tre.
• Contini Bruno, Università di Torino.
• Corbellini Gilberto, Università di Roma “La Sapienza”.
• Corradini Luciano, Università Roma Tre.
• Corsetti Renato, Università di Roma “La Sapienza”.
• Cremaschi Marco, Università Roma Tre.
• Cristiani Marta, Università di Tor Vergata, Roma.
• Cubelli Roberto, Università di Torino.
• Dall’Aglio Giorgio, Università “La Sapienza” di Roma.
• Della Cananea Giacinto, Università Federico II di Napoli.
• D’Amato Marina, Università Roma Tre.
• D’Antonio Mariano, Università Roma Tre.
• De Arcangelis Giuseppe, Università di Bari.
• De Concini Corrado, Università di Roma “La Sapienza”.
• De Plato Giovanni, Università di Bologna.
• Di Cesare Donatella, Università La Sapienza Roma.
• Diamanti Ilvo, Università di Urbino.
• Di Castro Carlo, Università La Sapienza Roma
• Di Chio Giuseppe, Università di Torino.
• Di Giulio Marco, Università di Firenze..
• Di Porto Bruno, Università di Pisa.
• Di Segni Silvia, Università Federico II di Napoli.
• D’Ondero Franco, Università “La Sapienza”, Roma.
• Donno Antonio, Università di Lecce.
• Fargion Daniele, Università “La Sapienza”, Roma.
• Fattori Marta, Università “La Sapienza”, Roma.
• Ferrara Alessandro, Università di Tor Vergata, Roma.
• Fieschi Cesare, Università “La Sapienza”, Roma.
• Foa Anna, Università La Sapienza Roma.
• Freschi Marino, Università Roma Tre.
• Fuà Galli della Loggia Ernesto, Università di Perugia.
• Galli della Loggia Ernesto, Università di Perugia.
• Garrone Edoardo, Politecnico di Torino.
• Giorcelli Cristina, Università di Roma Tre, Roma.
• Giuliani Rita, Università“La Sapienza” di Roma.

• Goglia Luigi, Università Roma Tre.
• Gramigna Anita, Università di Ferrara.
• Grilli di Cortona Pietro, Università Roma Tre.
• Grutter Ghisi, Università Roma Tre.
• Hassan Claudia, Università di Tor Vergata, Roma.
• Ingrao Bruna, Università “La Sapienza”, Roma.
• Israel Giorgio, Università La Sapienza Roma.
• Lanchester Fulco, Università “La Sapienza” di Roma.
• Lanciani Giulia, Università Roma Tre.
• Leuzzi Maria Cristina, Università di Roma Tre.
• Levi Fabio, Università di Torino.
• Levi Raffaello, Politecnico di Torino.
• Levi della Torre Stefano, Politecnico di Milano.
• Levy Danielle, Università di Macerata.
• Longo Nicola, Università di Chieti.
• Luchetti Marcello, Università Roma Tre.
• Machì Antonio, Università “La Sapienza”, Roma.
• Maffettone Sebastiano, Università Luiss-Guido Carli.
• Magnarelli Paola, Università di Macerata.
• Mannheimer Renato, Università Bicocca di Milano
• Manzocchi Stefano, Università di Perugia, Università Luiss-Guido Carli, Roma.
• Maragliano Roberto, Università Roma Tre.
• Marchetti Valerio, Università di Bologna.
• Marietti Piero, Università La Sapienza Roma.
• Marramao Giacomo, Università Roma Tre.
• Martinelli Adriana, Università di Cassino.
• Marzano Ferruccio, Università “La Sapienza”, Roma.
• Mazzamuto Salvatore, Università Roma Tre.
• Melloni Alberto, Università degli studi di Modena e Reggio Emilia.
• Montani Pietro, Università “La Sapienza”, Roma.
• Mordenti Raul, Università Tor Vergata di Roma.
• Morrone Adele, Università “La Sapienza”, Roma.
• Mortara Elèna, Università di Tor Vergata, Roma.
• Mugnai Paolo, Università “La Sapienza” ,Roma.
• Nelken David, Università di Macerata.
• Nivarra Luca, Università di Palermo.
• Nocifora Enzo, Università “La Sapienza”, Roma.
• Novelli Giuseppe, Università Tor Vergata.
• Oliverio Alberto, Università La Sapienza Roma
• Oliverio Ferraris Anna, Università La Sapienza Roma.
• Ottolenghi Emanuele, St. Antonys College Oxford, Inghilterra.
• Ottolenghi Livia, Università La Sapienza Roma.
• Pallottino Giovanni Vittorio, Università “La Sapienza”, Roma.
• Pancera Carlo, Università di Ferrara.
• Peppe Leo, Università Roma Tre..
• Perfetti Francesco, Università Luiss-Guido Carli, Roma.
• Picardi Nicola, Università di Chieti.
• Piccione Vincenzo Antonio, Università Roma Tre.
• Piga Gustavo, Università di Tor Vergata.
• Pinelli Cesare, Università di Macerata.
• Pinter Annalisa, Università di Ferrara.
• Piperno Aldo, Università Degli studi di Napoli Federico II.
• Pitzalis MariaVittoria, Università di Bari.
• Pitzalis Mario, Università di Bari.
• Pompejano Valeria, Università Roma Tre.
• Pons Silvio, Università di Roma “Tor Vergata”.
• Pontecorvo Clotilde, Università “La Sapienza”, Roma.
• Prastaro Agostino, Università “La Sapienza”, Roma.
• Procesi Lidia, Università Roma Tre.
• Righetti Marco, Università di Ferrara.
• Rossi Pinelli Orietta, Università “La Sapienza”, Roma.
• Rusconi Gian Enrico, Università di Torino.
• Saban Giacomo, Università “La Sapienza”, Roma.
• Sacerdoti Giorgio, Università Bocconi di Milano
• Salomoni Antonella, Università di Calabria.
• Saraceno Sara, Università di Torino.
• Sardoni Claudio, Università La Sapienza Roma.
• Scaraffia Lucetta, Università “La Sapienza”, Roma.
• Simone Raffaele, Università Roma Tre.
• Sinigaglia Roberto, Università di Genova.
• Sofia Francesca, Università di Bologna.
• Somogyi Giovanni, Università “La Sapienza”, Roma.
• Sonnino Eugenio, Università “La Sapienza”, Roma.
• Spada Paolo, Università La Sapienza Roma.
• Spizzichino Fabio, Università “La Sapienza”, Roma.
• Stella Salvatore, Università di Chieti.
• Tabusi Massimiliano, Università per stranieri di Perugia.
• Tagliagambe Silvano, Università “La Sapienza”, Roma.
• Teodori Massimo, Università di Perugia.
• Tranfaglia Nicola, Università di Torino.
• Trevese Dario, Università “La Sapienza”, Roma.
• Trincia Francesco Saverio, Università “La Sapienza”, Roma.
• Tucci Gianrocco, Università di Roma “La Sapienza”.
• Veca Salvatore, Università di Pavia.
• Veltri Giuseppe, Università di Halle-Wittenberg (Germania)
• Vignuzzi Ugo, Università “La Sapienza”, Roma.
• Violani Cristiano, Università “La Sapienza”, Roma..
• Volli Ugo, Università di Torino.
• Zaslavsky Victor, Università Luiss-Guido Carli, Roma
• Zatelli Ida, Università di Firenze.
• Zecchini Mirella, Università Roma Tre.
Eccovi ora i complici volonterosi dell’antisemita (perché ferocemente anti-araba) Fiamma Nirenstein. Questi signori vogliono mettere il bavaglio ad Internet, usando pagine come questa come miserabile preteso. Si tratta di una lista interessante e rivelatrice:

Fiamma Nirenstein (giornalista e deputato),
Giuliano Ferrara (direttore de Il Foglio),
Paolo Mieli (presidente Rcs Libri, ex direttore del Corriere della Sera: il “moderato” e “pensoso”, ha risposto all’appello dell’Ebreo Collettivo),
Angelo Pezzana (giornalista, informazionecorretta.com e Libero),
Ugo Volli (semiologo, Università di Torino),
Shmuel Trigano (professore, Universités à Paris X-Nanterre),
Giorgio Israel (Università La Sapienza),
Giulio Meotti (giornalista, Il Foglio),
Raffaele La Capria (scrittore),
Evgeny Kissin (pianist),
Gianni Vernetti (deputato, ex Sottosegretario agli Esteri),
Susanna Nirenstein (giornalista),
Peppino Caldarola (giornalista),
Alain Elkann (scrittore, consigliere Ministero Beni Culturali),
Carlo Panella (giornalista, Il Foglio),
Emanuele Ottolenghi (Senior Fellow, Foundation for the Defense of Democracies), Daniele Scalise (giornalista),
Giancarlo Loquenzi (Direttore, l’Occidentale),
Edoardo Tabasso (professore, Università di Firenze),
Leonardo Tirabassi (presidente Circolo dei Liberi Firenze, Fondazione Magna Carta),
Angelo Moscati (Presidente Benè Berith Giovani Italia),
Johanna Arbib (World Chairman Board of Trustees Keren Hayesod),
Giacomo Kahn (Direttore mensile Shalom),
Magdi Allam (parlamentare europeo),
Luigi Compagna (senatore),
David Cassuto (ex vicesindaco di Gerusalemme),
Riccardo Pacifici (presidente Comunità Ebraica di Roma),
Anita Friedman (Associazione Appuntamento a Gerusalemme),
Cecilia Nizza (Consigliere Comunità Ebraica Italiana, Gerusalemme),
Leone Paserman (presidente della fondazione Museo della Shoah di Roma),
Massimo Polledri (deputato),
Enrico Pianetta (deputato, Presidente Associazione parlamentare di amicizia Italia-Israele),
Alessandro Pagano (deputato),
Renato Farina (deputato, alle vostre autorità già noto come vostro agente Betulla),
Marco Zacchera (deputato),
Gennaro Malgieri (deputato),
Dore Gold (President, Jerusalem Center for Public Affairs, former Ambassador of Israel to the UN),
Norman Podhoretz (Writer, Editor-at-Large, Commentary Magazine),
Michael Ledeen (Freedom Scholar, Foundation for Defense of Democracies, già “persona non grata” in Italia),
Barbara Ledeen (senior advisor, The Israel Project: moglie di Michael),
Phyllis Chesler (Emerita Professor of Psychology and Women’s Studies, City University of New York),
Nina Rosenwald (Editor-in-Chief, http://www.hudson-ny.org ),
Harold Rhode (esperto di Medioriente, ex Pentagono)
Caroline Glick (editorialista, Jerusalem Post),
Rafael Bardaji (Foreign Policy director, FAES Foundation),
Raffaele Sassun (Presidente Keren Kayemeth LeIsrael Italia),
Max Singer (a founder and Senior Fellow, Hudson Institute),
George and Annabelle Weidenfeld (President, Institute for Strategic Dialogue),
Anna Borioni, (associazione Appuntamento a Gerusalemme),
Efraim Inbar (Director, Begin-Sadat Center for Strategic Studies),
Zvi Mazel (former Ambassador of Israel to Egypt and Sweden),
George Jochnowitz (Professor emeritus of Linguistics, College of Staten Island)

le scie chimiche nella mia città

flotta di Tanker su Taranto in procinto di mettersi al lavoro


Ieri, 20 marzo, giorno dell’equinozio di primavera, festa universale della felicità, guarda caso sono andati sul pesante, di parecchio, cosa che solitamente fanno di norma dappertutto ma a Taranto le scie nn sono mai state cosi… tanto basta l’Ilva e avanza… ma erano piuttosto invasive, spruzzando a partire dall’alba fino alle 5 del pomeriggio con una bella flotta di tre tanker alla volta.Le irrorazioni ci sono sempre state, ma se chi , come me, se ne accorto, si è posto domande e si è informato a fondo, ne parla gia da tre quattro anni risultando “paranoico”, e c’è chi come mi è capitato di imbattermi proprio ieri in una pagina leggera di facebook ” sei di taranto se..” di cui componebti sono abbastanza discutibili per via delle gran ca…..e , ma lasciamo stare questo punto.
Vorrei raccontare ciò che mi è successo, perchè questo vi farà capire come la gente comune reagisce agli eventi di cui nn vuole approfondire per convenienza, per nn perdere il proprio status di apparente benessere, e autoconvincersi che tutto va bene.
allora ieri (sono iscritta anch’io perchè sono tarantina)pubblicano sulla pagina foto delle scie di cui alcune sono nel collage sopra, con evidente provenienza, perchè ripeto ieri hanno spruzzato a tutta forza ore e ore, tre tanker alla volta, e giustamente anche un caprone alluvionato nn poteva nn accorgersene. In particolare è stata presa di mira la foto dove il tanker ha fatto dei cerchi e allora vai con : il militare ha bevuto una cassa di Raffo, ha fumato, si è sballato e roba del genere,. ad un certo punto iniziano i primi che commentano asserendo che sono scie chimiche e che ci vogliono far morire. Nessun mi piace tranne il mio. In risposta indovinate? Siii e gli alieni ci faranno fuori etc.. una sfilza di mi piace… mbah ! i commentatori intelligenti hanno lasciato la conversazione , nn rispondendo. Ma arrivo io con questo commento :
seiditaranto
me ne hanno dette di tutti i colori, quasi alleandosi tre di loro, quasi come il male ero io a fare falso allarmismo e mantenendo una tesi che per loro è prive di prove e fondamento nonostante i documenti le analisi approfondite ovvero una ventina di link con raccolta di documenti, foto dell’abitacolo con boiler piene di sbobba e video di gente esperta (militari, geoingegneri, storici, ambientalisti ecc.) asserendo a lora volta (sempre offendendo e facendo battute del tipo “Roberta, smetti di guardare film di fantascienza.” poi una ragazza ha fatto un copia incolla di questo tipo “I meteorologi, i piloti di linea, i controllori di volo italiani e stranieri confermano che nei cieli non ci sono aerei misteriosi che scaricano sostanze altrettanto misteriose: ci sono invece tanti aerei di linea e aerei militari, i cui motori generano scie di condensazione, che sono fatte di ghiaccio d’acqua.Le scie di condensazione sono il normale prodotto del funzionamento di un motore a getto. Possono essere effimere o anche molto persistenti: dipende dal tipo di motore e dalle condizioni meteorologiche in quota. Le scie s’incrociano e formano reticoli perché gli aerei, come le automobili, seguono percorsi che a volte s’incrociano. Tutto qui.Questi fatti sono noti da decenni e non sono un mistero per nessuno, tranne che per chi non ha studiato l’argomento e per chi vuole inventare paure ad ogni costo. I libri di aeronautica e di meteorologia che spiegano questi fenomeni si trovano in qualunque biblioteca e sono a disposizione di chiunque voglia davvero informarsi.Chiediti come mai fra i sostenitori della tesi delle “scie chimiche” non c’è nessun esperto in meteorologia, nessun pilota, nessun controllore di volo, nessun climatologo, ma soltanto persone che non hanno competenza tecnica sull’argomento. Secondo te è più probabile che tutti gli esperti del mondo abbiano torto e soltanto i dilettanti abbiano capito la verità, o che gli esperti abbiano ragione e i dilettanti abbiano preso un abbaglio?”  ahhh e qua ti sbagli qua casca l’asino Perchè la verità detta da un popolo di nicchia, essendo scomoda diventa bugia, ela bugia detta da tutti diventa verità perchè fa comodo a certa gente… tse, come seeee sui meteorologi e siti ufficiali  ci si può fare affidamento.. .ragazzi questa gente oltre che dormire perchè si accorge solo ora di qualcosa che non riesce a spiegare, va su google sciechimiche e se effettivamente digitate solo quello notate che ci sono di blog e siti chiamati apposta scie chimiche info, guidaallesciechimiche.it e roba del genere che scredita e che addirittura sia una bufala( che tra l’altro sappiamo benissimo che sono stati spesi milioni per debunkerizzare gli attivisti). Quindi continuano a dormire e per lui/lei il caso è chiuso,il bene e il male lo distnguono gli altri, anche perchè ha altro a cui pensare,a che smalto mettersi la sera, alla partita della juve o a studiare antropologia e sociologia, come ha risposto una ragazza “cose serie” disse.

Ieri davvero mi sono cadute le braccia, davvero. Ma non perchè sono stata offesa o etichettata per complottista aliena ci mancherebbe, ma perchè, nonostante venisse spiattellato con prove schiaccianti il fenomeno, si arrampicavano sugli specchi, mettendo ogni tanto un “moriremo tutti prima o poi” e concludendo al tipico “sce me ne futt amme (che me ne importa traduco) che non sto neanche a Taranto… ” si.. come.. non lo sapevate che le chemtrails colpiscono solo Taranto?? mi verrebbe da ridere, ma qui c’è solo da piangere

La Fondazione Keshe rilascia a tutta l’Umanità il contenuto della chiavetta USB

Dopo le minacce di morte, Mehran Keshe nato in Iran e laureato in ingegneria nucleare alla University of London ha voluto rilasciare l’intero contenuto della chiaveta USB. dove si trovano tutti i progetti delle ricerche.

Rammentiamo che la Keshe Foundation è registrata come organizzazione senza scopo di lucro in Olanda ed ha la sua sede permanente a Ninove, in Belgio. Essendo un’organizzazione di ricerca spaziale, il suo obiettivo è stato lo sviluppo di tecnologia ad uso spaziale come il trasporto, la generazione di energia, i sistemi sanitari e la nutrizione per persone che viaggiano nello spazio.

Mr. Keshe ha scoperto come generare e controllare i campi gravitazionali. Questa scoperta ha centinaia di potenziali applicazioni che potrebbero contribuire a risolvere la maggior parte dei problemi fondamentali del mondo, come carenza di energia, acqua, cibo e la contaminazione ambientale.

Negli ultimi 40 anni le sue ricerche si sono concentrate sulle dinamiche del plasma caricato elettricamente e utilizzato come fonte di energia e di campi gravitazionali.

UN ANNUNCIO DATO NEL FORUM DELLA FONDAZIONE KESHE

Siamo stati informati dal gruppo Keshe Foundation di Taiwan,  che Mr. Keshe, ha rilasciato oggi l’intero contenuto della chiavetta USB,  precedentemente recapitato ai capi dei  governi di tutto il mondo nel 2012.

Il contenuto della chiavetta USB era  stato rilasciato a persone selezionate in tutto il mondo per il nostro desiderio, in modo che non poteva essere bloccata da altri.  Da oggi la conoscenza per la produzione gratuita di cibo, sistemi sanitari, materiali di ogni genere,  energia e tecnologia dei trasporti è completamente dato e consegnato alla razza umana, incondizionatamente,  come regalo da noi per l’umanità intera.

Speriamo che ora questo possa fermare tutte le guerre e conflitti in tutto il mondo dove vi è carenza di cibo, energia,  tutti i materiali di prima necessità. Tutto questo non è mai stato rivelato prima. Ora non siamo l’unico gruppo o organizzazione, che attraverso sistemi semplici di tecnologie possono salvare la vita di un uomo da una malattia su questo pianeta e oltre.  Ora potete aiutare voi stessi con tutta questa nuova energia,  che potrebbe essere necessaria, attraverso lo sviluppo di questi sistemi semplici a costruire un nuovo mondo. La nostra missione è completata.

Attraverso i nostri laboratori vi insegneremo tutti i metodi della produzione e dell’uso di tutti i sistemi. Ora il programma sanitario della Fondazione attraverso i brevetti che non sono stati resi noti prima, attraverso il rilascio del contenuto della chiavetta USB dal governo di Taiwan è diventato di pubblico dominio e tutti ora sono diventati i proprietari di questa favolosa tecnologia, gratuita.

Ringraziamo il governo di Taiwan e l’onestà del team Keshe Foundation in questo paese per aver condiviso le  informazioni acquisite,  con il resto dell’umanità. Questo legame è stato fornito dal gruppo taiwanese Keshe Foundation per tutto il contenuto della chiavetta USB.

Il LINK sotto offerto da Taiwan Keshe Foundation potrà essere scaricato liberamente:

https://onedrive.live.com/redir?resid=BF45C90B2B044660!143&authkey=!AGRPC-Y6xyui0YI&ithint=folder%2c.rar

Vi consigliamo di diffondere questo documento il più velocemente possibile al maggior numero di persone e gruppi che potranno beneficiarne per iniziare il nuovo ciclo di sviluppi tutti insieme sulle pari opportunità. Ringrazio tutti i nostri sostenitori in tutto il mondo e spero possa trovare la pace e la prosperità di questa rivelazione.

Si prega di non dimenticare che questi documenti portano il mondo verso un trattato di pace permanente. Si potrà accedere all’utilizzo di tecnologia free energy per una nuova conoscenza, senza poi danneggiare nessuno e utilizzare le informazioni e le tecnologie all’interno di questi brevetti. Tutto questo per la pace e una società migliore, che cerca di prosperare verso un futuro che vedrà l’Uomo oltre i confini di questo pianeta.

Un cordiale saluto da MT Keshe

Riferimenti: LINK

I principi di funzionamento della Tecnologia KESHE

Tutto inizia con una nuova e diversa concezione della creazione della forza di gravità e della capacità di replicarla. Quando campi magnetici di simile intensità interagiscono, possono legarsi formando dei pacchetti sferici dinamici più grandi. Quando questi pacchetti dinamici rotanti interagiscono reciprocamente, generano a loro volta campi gravitazionali e magnetici. Ogni campo magnetico contiene allo stato di plasma tutti i tre principali tipi di materia: Materia, Antimateria, e Materia Oscura. Questi tre tipi di Materia interagiscono integrandosi in un più grande sistema dinamico, chiamato Plasma Fondamentale Originario o Neutrone.

Il neutrone può decadere nella coppia protone + elettrone, rilasciando pacchetti di radiazioni elettromagnetiche sotto forma di luce o energia. Notate che questo non è il modello fisico insegnato oggi nelle università! Ad ogni modo, simili condizioni di plasma magnetico sono state riprodotte in semplici reattori al plasma durante test ed esperimenti, rendendo possibile trasformare una semplice bottiglia di Coca-Cola in un reattore al plasma. La scoperta di questi nuovi principi ci permette di generare e controllare la materia e l’energia nei differenti stati di aggregazione solido, liquido e gassoso.

Eminenti scienziati hanno valutato e accettato l’applicabilità di questo metodo. Per spiegazioni più dettagliate visita il nostro sito web o leggi i nostri libri.

Sistemi sanitari
Siccome i viaggi spaziali saranno sempre più lunghi, gli astronauti avranno bisogno di un dispositivo sanitario portatile che li aiuterà a guarire da ogni tipo di malattie. Le cellule umane sono costituite da una combinazione di campi magnetici plasmatici che formano la struttura atomica di idrogeno, ossigeno, carbonio e azoto, le parti costituenti degli aminoacidi nel corpo umano. La nostra tecnologia sanitaria spaziale agisce direttamente su questa struttura anatomica plasmatica del corpo umano e la induce a ripristinare il suo stato di salute originale. La procedura è veloce, non richiede l’uso di compresse, iniezioni e non ha effetti collaterali.

Questa tecnologia è già stata sperimentata numerose volte grazie alla partecipazione di volontari che avevano rinunciato ad ogni altra forma di terapia medica. Sul nostro sito web potete visionare testimonianze e video delle sperimentazioni su SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica), cancro, sclerosi multipla, morbo di Parkinson e cancrene. Visitate il nostro sito web per saperne di più sui molti altri casi gravi che abbiamo trattato. Per fissare un appuntamento presso le nostre strutture sanitarie in Belgio è disponibile un modulo di richiesta.

Altre applicazioni
La tecnologia Keshe può essere usata per risolvere i problemi mondiali più urgenti.

Energia
Con la nostra tecnologia è possibile produrre batterie e generatori di corrente al plasma fino a 10 kW senza bisogno di alimentazione, fornendo energia pulita e gratuita.

Trasporti
I reattori al plasma con doppio campo magnetico generano magnetismo e gravità e possono sollevare veicoli o navette. È possibile effettuare anche viaggi spaziali in condizioni simili a quelle terrestri.

Ambiente
Sfruttando il principio parallelo di attrazione magnetica, i nostri sistemi possono decontaminare fughe chimiche e radioattive e possono assorbire efficientemente le emissioni di anidride carbonica generando acqua pulita.

Nuovi materiali
Nel 2005 la nostra tecnologia è stata implementata in oltre 300 brevetti, come ad esempio la creazione di materiali conduttori per i processi industriali. Vi rinviamo al nostro sito web per approfondimenti.

Lo scopo di questo video è dire a tutti che queste tecnologie esistono, sono qui ora ed appartengono a voi. Essendo un’organizzazione senza scopo di lucro, la Keshe Foundation non appartiene ne è dipendente da alcuna organizzazione o società a carattere commerciale. Per assicurare il rilascio della tecnologia e per evitare il caos nel sistema, cerchiamo di collaborare con i governi che vogliono ricevere questa tecnologia e metterla a disposizione dei cittadini.

 fonte: Redazione Segnidalcielo

GLI ARCONTI

Vi  cito un commento tra i tanti  della mia cara amica Lucilla che su fb ho modo di saper la verità tramite la  sua esperienza e conscenza:

gli arconti non sono alieni (umani) ma messaggeri-akeroi (encelia, angeli) e muovono qui i fili in cima alla piramide alleati alle Eggregore- illusioni appunto alimentate dal pensiero dell’uomo e la loro convinzione che esistano e per questo dominano la loro mente..
“Il modus operandi degli Arconti aveva sempre seguito uno schema preciso, da quando giungevano in un luogo dividevano i loro compiti in diverse fasi: da un lato i messaggeri, gli Arconti che si manifestano direttamente nel Mayaseka e che si occupano principalmente di muovere le fila dietro il potere degli umani, sostituendosi a loro, promettendogli la vita eterna e la gloria, creando e fomentando le illusioni diffondevano ignoranza ed acquisivano sempre più controllo, -divide et impera- dicevano tali demoni, dividili e comandali, se saranno divisi in fazioni saranno troppo impegnati a farsi la guerra a vicenda piuttosto che unirsi sotto un unico vessillo per neutralizzare un nemico comune, nemico che si celava sempre dietro i vertici di entrambe le fazioni; ed in questo modo tenendo gli umani sotto le illusioni delle eggregore e dominati dal Nagumu non si accorgevano che nel frattempo venivano condotti sotto la dittatura dei messaggeri.”
‘La saga di Ebos” (il vero nome di questa terra): la Verità sulla storia di questo pianeta ed umanità che è stata per millenni occultata dalle forze che dominano questo mondo, è stata per la prima volta pubblicata, dalla Creazione alle guerre che fin dagli inizi dei tempi si combattono in questo Universo (e non solo), alle prime popolazioni che l’hanno colonizzata (Sinni e Atlantidei), alle sperimentazioni genetiche di massa di Enki ed Enlil, figli dell’ultimo re di Atlantide su Adapa-Adamo e Lilitu Lilith (prima moglie di Adamo che poi si ribellò e fu così creato l’ibrido Eva a lui sottomessa) per creare una popolazione di schiavi (il 99% infatti della popolazione umana è geneticamente modificata), gli atlantidei che, con le avanzatissime conoscenze astronomiche, matematiche, ingegneristiche trasmesse loro da chi voleva dominarli e farsi da loro adorare, costruirono le piramidi in tutto il mondo e usavano le avanzatissime tecnologie volanti dei Vimana e le armi del terrore, ai piani macchiavellici di dominio di questa terra ed umanità (ed Universo) delle potenti Eggregore (Illusioni alimentate dal pensiero e credenze dell’uomo) alleate agli Arconti- messaggeri e angeli caduti, ai falsi culti religiosi imposti per manipolare mentalmente ed assogettare la popolazione facendola sprofondare nell’ignoranza, primo fra tutti quello del falso Dio Padre della religione cattolica, imposto dal demiurgo angelo caduto e potente demone Gora Yahveh ed autore del falso testo Bibbia, attraverso la riforma religiosa monoteista patriarcale ordinata al faraone Akhenaton (pedina degli Illuminati) in antico Egitto nel 1.360 a.c. per imporre a tutti il falso culto del Dio Padre e farsi adorare, diffondendolo tra gli ebrei e la nascita del progetto NWO, operato attraverso guerre e distruzione fino ai giorni nostri, ovvero la dittatura di dominio mondiale dei messaggeri. Lucilla Sperati 

“Il modus operandi degli Arconti aveva sempre seguito uno schema preciso, da quando giungevano in un luogo dividevano i loro compiti in diverse fasi: da un lato i messaggeri, gli Arconti che si manifestano direttamente nel Mayaseka e che si occupano principalmente di muovere le fila dietro il potere degli umani, sostituendosi a loro, promettendogli la vita eterna e la gloria, creando e fomentando le illusioni diffondevano ignoranza ed acquisivano sempre più controllo, -divide et impera- dicevano tali demoni, dividili e comandali, se saranno divisi in fazioni saranno troppo impegnati a farsi la guerra a vicenda piuttosto che unirsi sotto un unico vessillo per neutralizzare un nemico comune, nemico che si celava sempre dietro i vertici di entrambe le fazioni; ed in questo modo tenendo gli umani sotto le illusioni delle eggregore e dominati dal Nagumu non si accorgevano che nel frattempo venivano condotti sotto la dittatura dei messaggeri.”

Se volete illuminarvi la mente e acquisire tutta la Conoscenza e Verità che il NWO per millenni ci ha occultato, leggete questa trilogia.. dalla Creazione, alla vera storia di questa terra di Ebos, dell’umanità e del piano di dominio su di essa delle Eggregore, Arconti, illusioni alimentate dalla credenza e pensiero dell’uomo, angeli- akeroi-messaggeri che muovono i fili in cima alla piramide dietro le quinte del NWO..(troverete tracce anche delle mie vite passate con il mio nome originale da disincarnata, Alèra e delle mie vite nel mondo umano come Lamira nella mia prima incarnazione avvenuta millenni fa sul pianeta Ashèr ne ‘La saga di Ashèr’ e come Nyoko-donna arcobaleno e Ankhesenamon su questa terra ne ‘La saga di Ebos’). La catena dell’esistenza degli Arconti che dominano nel mondo materiale del mayaseka (da Maya-illusione) da millenni facendo sprofondare l’umanità nell’ignoranza e schiavitù si spezzerà quando l’uomo cesserà di credere che esistano, così come le Eggregore loro alleate (Bene, Male, Spazio,Tempo, Sapienza) che dominano questo universo poichè gli umani hanno dato loro fin dagli inizi dei tempi sempre più energia e potere, credendo nella loro esistenza e divenendone schiavi, alimentandoli con il loro pensiero e facendoli così divenire reali e sempre più potenti e dominanti la loro mente. Per questo le Eggregore ed Arconti, terrorizzati dalla possibilità di cessare di esistere per sempre, si sono alleati e hanno da millenni cercato di soggiogare, controllare la mente umana e dominare l’umanità, perchè loro esistono SOLO per la convinzione degli umani che loro siano reali, mentre solo soltanto ologrammi prodotti dalla nostra mente. Anche io, che millenni fa da disincarnata ero al servizio degli arconti e in passate vite sono stata obbligata dal potente arconte Sophia (La Sapienza) che mi dominava ad incarnarmi per punizione come umana per la prima volta sul pianeta Ashèr (con il nome Lamira e dove fu realizzato il NWO ad opera degli stessi arconti e messaggeri-akeroi-angeli che lo stanno realizzando su questa terra di Ebos e facevo parte del gruppo dei ribelli che contrastavano il NWO e per questo fui uccisa), poi nel Giappone antico (come Nyoko-donna arcobaleno), in seguito in antico Egitto (come Ankhesenamon moglie di Tutankhamon), con alle calcagna sempre un angelo caduto-arconte che mi ha uccisa in tutte le mie precedenti vite da incarnata ( fu Ay in antico Egitto, Modgor su Ashèr etc., ritrovato anche in questa vita 3 anni fa) ed inconsapevolmente dominata dal potente messaggero-Akero-arconte Micha (colui che l’umanità conosce come l’arcangelo Michele il falso protettore e paladino della Giustizia) che mi fu messo addosso per molte vite per il mio profondo senso di ‘Giustizia’ (e anche in questa, fino a quando ad agosto 2013 mi fu rivelata la verità sulla sua vera natura e me ne liberai anche grazie ad un Guardiano che mi giunse come Guida preziosa nel 2012 e fu con me anche in antico Egitto), sto operando concretamente in prima linea da molti anni per porre fine all’odio e dominio degli arconti e messaggeri ai vertici del NWO che ci dominano (e l’umanità non conosce) e questo può avvenire principalmente con la diffusione delle verità e conoscenza (CHE TROVERETE IN QUESTI LIBRI) sulla vera storia di questo pianeta, umanità ed universo che per millenni il NWO ha occultato (fin dai tempi di Atlantide quando LUKBER-Lucifero, alias il capo dei messaggeri-arconti si manifestò loro) per mantenerla nell’ignoranza, inconsapevole delle sue potenzialità, assogettata e mentalmente manipolata e controllata (soprattutto con l’inganno delle religioni ad opera del demiurgo angelo caduto e potente demone Gora Yahveh, il falso Dio Padre, autore della Bibbia, colui che in antico Egitto per farsi adorare impose a mio padre Akhenaton nel 1.350 a.c. la riforma religiosa monoteista epocale patriarcale con la quale fu abolito il culto di tutte le antiche divinità egizie (e soprattutto quello della Dea Madre-Madre Terra di Lilith diffuso in tutta la terra di Ebos ed il Matriarcato che durava da millenni) per imporre a tutti l’adorazione di un unico Dio, il Dio Sole Aton e Dio Padre e sancire la sua adorazione (con la nascita del Patriarcato) che fu poi diffusa dal consigliere Ramose (che divenne il Mosè della Bibbia) tra gli ebrei facendo credere loro di essere prescelti da Dio e mettendo le basi per la nascita dell’inganno della religione cattolica e rendere la popolazione umana quindi assoggettata, mentalmente dipendente e schiava di un falso Dio despota. punitivo e vendicativo e false figure religiose, di falsi angeli protettori dell’umanità che in realtà diverranno loro padroni e delle ILLUSIONI alimentate dal pensiero e credenza dell’uomo che esistano e per questo diventate nei millenni sempre più reali, potenti e dominanti la mente umana… ma ora TUTTA LA VERITA’ VERRA’ ALLA LUCE E L’UMANITA’ ACQUISIRA’ MAN MANO LE CONOSCENZE UNIVERSALI CHE LE SONO SEMPRE STATE OCCULTATE DAL NWO, DAGLI ARCONTI-MESSAGGERI (GLI ANGELI-AKEROI-ARCONTI CHE SI MANIFESTANO NEL MAYASEKA IL MONDO UMANO DELLE ILLUSIONI DOMINATO DALL’IGNORANZA-NAGUMU) E DIVERRA’ CONSAPEVOLE E COSCIENTE DI CHI E’ E DELLE SUE IMMENSE POTENZIALITA’, APRIRA’ GLI OCCHI E FINALMENTE REAGIRA’ E SI LIBERERA’ DALLE ILLUSIONI (MAYA) DEGLI ARCONTI E DALLA LORO SCHIAVITU’ E QUANDO L’UOMO SMETTERA’ DI CREDERE A LORO E DI ALIMENTARLI CON IL PROPRIO PENSIERO ED ENERGIA, LORO CESSERANNO DI ESISTERE PER SEMPRE CIASCUNO TORNERA’ AD ESSERE UNO SPIRITO LIBERO, PADRONE DELLA PROPRIA MENTE E COSCIENZA E UNITO DALLA STESSA VIBRAZIONE D’AMORE CON I PROPRI FRATELLI E SORELLE NESSUN ESSERE LI POTRA’ PIU’ DOMINARE, MA LA CHIAVE PER LA LIBERTA DALLE CATENE MENTALI E FISICHE E DOMINIO DEL NWO E’ ATTRAVERSO L’AZZERAMENTO DEI CONDIZIONAMENTI MENTALI PASSATI E L’ACQUISIZIONE DELLE CONOSCENZE UNIVERSALI CHE ALL’UMANITA’ SONO STATE OCCULTATE DA MILLENNI PER DIVENIRE CONSAPEVOLI DELLA REALTA’. CONSAPEVOLI E COSCIENTI DI CHI SIAMO E DELLE NOSTRE IMMENSE POTENZIALITA’, POICHE L’UOMO CON IL POTERE DELLA PROPRIA MENTE PUO’ REALMENTE CAMBIARE LA REALTA’ ED IL PROPRIO DESTINO IN QUALSIASI MOMENTO SE LO VUOLE!!
ANCHE IO DOPO UN PROCESSO DI GRANDE SOFFERENZA E DURISSIME PROVE SONO RIUSCITA A LIBERARMI IN QUESTA VITA DAL DOMINIO E CONTROLLO DI SOPHIA E DI MICHA (CON L’AIUTO DEL GUARDIANO CHE MI E’ ACCANTO) E SONO CERTA CI RIUSCIRETE ANCHE VOI (NON CREDENDO PIU’ LORO, NON INVOCANDOLI NE’ PREGANDOLI PIU’) E POSSIAMO E DOBBIAMO OPERARE UNENDO LE NOSTRE CONOSCENZE ED ENERGIE, SENZA PIU FARCI LA GUERRA TRA DI NOI (ALTRIMENTI IL DIVIDI ET IMPERA E DOMINIO DEL NWO DEGLI ARCONTI SU DI NOI CONTINUERA’) IL CAMBIAMENTO DI QUESTA REALTA’ PONENDO FINE ALLA CREDENZA E AI PIANI D’ODIO, VIOLENZA, DOMINIO E DISTRUZIONE DEL NWO DEGLI ARCONTI E MESSAGGERI.
DIAMOCI DA FARE E DIFFONDETE QUESTI LIBRI PIU’ CHE POTETE PERCHE’ SONO LA CHIAVE DELLA CONOSCENZA, RISVEGLIO ED ILLUMINAZIONE DELLE MENTI PER LA LIBERTA’ DELL’UMANITA’ E SE VOLETE FAR PARTE DELLA MIA ORGANIZZAZIONE GUERRIERI E DONNA ARCOBALENO, SIETE BENVENUTI IN LUCE, LUCILLA SPERATI
Un piano diretto ed orchestrato nei minimi dettagli e basato esclusivamente su un fattore: la paura delle anime di fronte alla morte, la stessa paura che aveva spinto gli Arconti primi fra tutti ad intraprendere questo scellerato progetto per ingannare l’illusione della fine . lucilla sperati