Miniburger di avena sapore mediterraneo

Salve a tutti! Ripropongo anche oggi miniburger! Ebbene si…. sono stata contagiata dalla burger mania! Questo perché é un facile pasto completo, sia da fare che da maneggiare per il mio piccolo 2 enne. In piu é adatto anche  a me che seguo un alimentazione 80 10 10. Essendo completamente senza oli né sale. Sono buonissimi sani e nutrienti.

INGREDIENTI Per 10 miniburger:

  • 200 gr di fiocchi d avena
  • 6 pomodori secchi dissalati
  • 1/2 peperone rosso
  • Erbe provenzali
  • 1 Spicchio di aglio
  • Un cucchiaino di semi di lino
  • Farina precotta di miglio q.b.
  • Mezza zucchina
  • Una cipolla

Procedimento:

Versare nel.mixer tutti gli ingredienti, aggiungere un pochino di acqua , giusto per ottenere un bel Impasto malleabile.  Aggiungere  della farina ptecotta al fine di migliorare la texture. Con  il cucchiaio prendere una noce del compostoe far dorare in entrambe le parti in una padella antiaderente o di ceramica. E sono pronti per tutta la famiglia!

Medaglioni di amaranto e polenta


Dopo una lunga assenza forzata per mancanza di connessione ( sono stata letteralmente nella foresta per un mese e mezzo) vi riscrivo descrivendo una delle mie ricette vegane sane e nutrienti , ottime come pasto per i piu’ piccoli. 
INGREDIENTI PER 15 MEDAGLIONI CIRCA:

  • 250 gr di amaranto
  • 750 ml di acqua
  • Una carota
  • Una cipolla
  • Una zucchina
  • Uno spicchio di aglio
  • Un cucchiaio di lino spezzato
  • 200 gr di fiocchi di avena macinati
  • 250. gr Di polenta 
  • Un cucchiaio di thain
  • Spezie a piacere

PROCEDIMENTO:

Mettere insieme in una casseruola acqua e amaranto e cuocere per circa 40 minuti. Spegnere il fuoco e lasciarlo riposare in modo che gonfi, mettere da parte. Nel frattempo preparate le verdure: tritarle nel robot e passarli in padella con un filo di olio 10 minuti. 

A questo punto unire i due composti e aggiungere i fiocchi di avena , i semi di lino la polenta, fino a raggiungere una consistenza tale da poter maneggiare col leccapentola. Infine mettere thain e le spezie.

Con il leccapentola prendere una noce per volta il composto formando dei rettangoli su una padella antiaderente aggiungendo un filino di olio evo, a fiamma moderata, far cuocere 3 4 minuti per parte, et voila bon apetit!

Abbracci light

Quando stai in regime nutrizionale controllato ma nel  pomeriggio ti viene quel nn  so che di languorino e… sei a dieta cavolini! Beh , non disperiamoci! Con un pò di fantasia  possiamo fare dei buonissimi biscotti vegan senza glutine pochi grassi e dolcificato con… una banana! Vi sorprenderete del profumo che emaneranno … e il sapore… beh ! provate e vedrete, io li do anche come merenda al mio bimbo. in regime controllato è sempre meglio fare dolci in quantità minime, per non avere la tentazione di eccedere, benchè siano light. dunque questa ricetta è per circa 8 ABBRACCI  ( tre a me 3 a mio marito e 2 al nanetto)16326807_1195846893804411_2137745212_o

1 banana
120 gr di farina
1 cucchiaio di sciroppo d’ agave
1 cucchiaio di olio ( meglio di riso)
2/3 gr di lievito per dolci
Sale un pizzico

Cannella qb, cacao 15 gr

schiacciate la banane insieme ALLO SCIROPPO , aggiungi olio , lievito, sale e cannella e poi farina di riso setacciata semintegrale, fino ad ottenere una pasta modellabile, dividi a metà e aggiungi in una il cacao. fai due serpenti  incomincia a fare le ciambelle, per metà di cacao per metà senza, in placca da forno con carta forno . inforna a forno preriscaldato 180 °.    Falli raffreddare prima di mangiarli.

Sformato di finocchi vegan

E dieta fu ! Rimettiamoci  ai lavori forzati, niente più scuse, il bimbo ha superato l ‘ anno ma la ciccetta dopo parto è rimasta tale e quale, se nn anche di più! quindi aprirò un nuovo tag del blog ” ricette leggere veg” per chi , come me vuole dimagrire, ma con gusto. Le ricette veg di per sè sono light, ma  non abbastanza, a volte….

16357993_1195548933834207_924458545_o

 

INGREDIENTI:

scottare separamente finocchi e cipolle a fette, intanto preparare la besciamella. scolare le verdure e insaporirle in una casseruola con poco olio e sale, ungere la teglia e mettere pangrattato, mettere uno strato di finocchi e cipolle e poi uno di besciamella , e così via, fino a finire con besciamella pangrattato e un filo d olio. cuocere fino a doratura a forno preriscaldato a 180 200 gradi

Mozzarella vegan autoprodotta

Questa  ricetta che vi propongo è mooolto semplice, però per collaudarla ho fatto ricerche mille prove e varianti per soddisfare i miei gusti , quindi la mia di certo va bene per me, ma potrebbe essere uno spunto per voi , magari da modificare a vostra volta.   Dopo  il non-formaggio spalmabile, dopo la ricotta veg ( silktofu ) e dopo il parmigiano veg , arriva ora il momento della mozzarella veg , che , dopo tutte le ricerche  del mondo , ahimè non esiste assolutamente la versione veg ” filante ” ma si limita ad essere, come dire ” squagliosa ” il che mi basta ,  perchè il mio intento è soddisfare quel nn so che morbido formaggioso da accompagnare un semplice toast,  o da aggiungere sulla pizza, o ad un ripieno di un rustico ecc…

16245017_1191316004257500_494062617_o

INGREDIENTI

 100g anacardi(reidratati in acqua per tutta la notte)
100 ml di acqua
1 cucchiaio di lievito alimentare   in scaglie o in alternativa germe di grano
1 e 1/2 cucchiaino di aceto di sidro di mele
1 cucchiaino di sale
1/4 cucchiaino di aglio in polvere
3 cucchiai farina di tapioca,  amido di mais o fecola di patate.

Passiamo al procedimento! Scolare gli anacardi, frullarli con l’acqua  e ottenere un liquido bianco liscio, a questo punto aggiungere tutti gli altri ingredienti , ossia le germe di grano,  aceto di mele, sale, aglio , e farina di tapioca,frullare il tutto  ottenendo un fluido  liscio ed omogeneo . ora armamioci di un pò di pazienza, usare una casseruola antiaderente e cuocere a fuoco vivo il fluido per circa 5 10 minuti mescolando SEMPRE  altrimenti attacca fa grumi , iniziamo con una frusta, poi appena si condensa  passare al cucchiaio di legno, appena si comincia a fare una palla e si stacca dai bordi, e bene, è pronta! prendete l’attrezzo per fare le palle di gelato , immergete in acqua fredda e cominciate  a formare le palle di mozzarella , buttatele in acqua fredda e salata messa in ciotola. Potete riporre le mozzarelle immerse completamente in salamoia in un contenitore chiuso in frigo per circa una settimana.

Arrivederci al prossimo articolo!

Ravioli vegan alla norma

 

14877683_1114644425257992_1752575664_n

Buongiorno e ben ritrovati nel mio blog! sono stata assente per lungo tempo causa trasferimento all’ estero e lavoro.

Ho trovato 5 minuti  tra una poppata e un pisolino  di Leon per scrivere una ricetta golosa  che ho provato oggi per pranzo: ravioli alla norma,  una ricetta vegana, con farine intgeralidi semola di frumento e segale. La farcia  è composta da melanzane a funghetto e ragu’ di soia.

Ma ecco cosa occorre:

INGREDIENTI PER 6 PERSONE:

  • 250 gr. di semola di granoduro integrale
  • 100 gr. di farina di segale
  • un bicchiere di aquafaba
  • acqua q.b.
  • sale facoltativo a seconda dei gusti

per la farcia:

  • 3 cucchiai di soia granulare da idratare con del brodo o acqua
  • mezza bottiglia di passata di pomodoro bio o melio fatta in casa
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • sedano cipolla carota sminuzzati
  • brodo per besciamella e per allungare all ‘occorrenza il ragù
  •  1 cucchiaio abbondante di maizena
  • pepe sale noce moscata q.b.
  • 2 melanzane tagliate a tocchetti piccoli
  • pangrattato q.b.

 

Per prima cosa far andare il soffritto  e  fate riscaldare un pò di brodo fatto in precedenza . Prendete una noce di margarina  in una casseruola e stemperatela assieme alla maizena, quando il tutto sarà liscio e omogeneo ,iniziate ad aggiungere poco per volta il brodo caldo  circa un  bicchiere e girate fino a quando la besciamella inizierà a diventare bella cremosa, spegnere il fuoco e condirla con noce moscata  e sale.

al soffritto aggiungere la soia reidratata e scolata, far asciugare un pò , alzare la fiamma e aggiungere vino bianco , mezzo bicchiere , dopo che il vino ha sfumato aggiungere la passata di pomodoro, abbassare la fiamma e coprire con un coperchio, girare di tanto in tanto, se si asciuga troppo aggiungere del brodo. Dopo circa mezz’ ora il ragù è pronto. unire la besciamella al ragù.

tagliare a tocchetti le melanzane e soffriggerle in poco olio di girasole in una padella antiaderente, appena cotti  asciugarli con carta asssorbente e unirlo ad una metà del ragù che utilizzeremo per la farcia. A questa unire pangrattato, prezzemolo, pepe e spezie a piacimento.

Per la pasta miscelare le due farine in una terrina alta in modo da impastare meglio, versare l’aquafaba  impastando,  ( l’aquafaba è l’acqua di cottura dei ceci e contiene naturalmente proteine che favoriscono i legami ) versare l’acqua poco per volta fino a quando nn si raccolie tutta la farina. Aggiungere il sale. Versare la pasta su un piano e lavorarla affinchè  non si ottiene una palla liscia e omogenea, tirare la pasta un pezzo per volta iniziando al buco più largo fino al penultimo , per una questione di gusti la pasta mi piace più spessa ,  ma potete sfogliarla ancora più fina. io mi sono aiutata con un forma ravioli si trova in commercio , ma niente  vi può impedire di farli a mano con rotella e tanta pazienza! mettere un mezzo cucchiaino di farcia e chiuderli  infarinando tra uno e l’altro.

cuocerli in acqua bollente con l ‘aggiunta di un filo  di olio per nn farli incollare durante la cottura , appena risalgono in superficie sono pronti. Amalgamarli in una casseruola a fuoco basso insieme all’ altra metà del ragù.

aiungere facoltativo rana padano vegano ( anacardi e lievito  al. in scaglie e gomasio). Io nn ce lo metto.

BON appetit!

 

 

Spaghetti di zucchine al pesto di mandorle (raw)

Ritornando al tendenzialmente crudo è quasi d’ obbligo pubblicare qualche ricettina crudista,anche se questa non sarebbe proprio l’ ideale per 80 10 10 , in quanto è grassa, però ogni tanto si può fare!

IMG_8507-copy-copy1

4 zucchine medie 
2 tazze di foglie di basilico fresco 
2 spicchi d’aglio 
1/3 di tazza di mandorle crude ammollate x mezz’ora 
succo di 1 limone 
1/2 tazza di olio d’oliva 
1/2 tazza di lievito alimentare in scaglie

(facoltativo):
sale + pepe, qb

Utilizzando un pelapatate julienne o un coltello affilato, o meglio ancora con lo spiralizer,  affetta le zucchine longitudinalmente in sottili strisce. Mettere in una ciotola, e cospargere di sale. Lasciate zucchine riposare per 10 minuti, sciacquare strizzare e asciugare.

Nel frattempo, in un frullatore o robot da cucina, aggiungere basilico , aglio, mandorle e limone. aggiungere  olio d’oliva lentamente fino ad ottenere un composto amalgamato, ma ancora un po ‘grosso.  Infine in una ciotola, aggiungere il lievito e il sale + pepe, e mescolare .

Bevanda detox al limone curcuma e zenzero

bevanda-detox_slide_mini
Questa bevanda nn è assolutamente farina del mio sacco, ma è stata proposta nel libro “Cuisine végétarienne, sans gluten, souvent vegan, parfois crue”
Per chi non lo sapesse – o l’avesse dimenticato – la curcuma è un vero elisir di salute, perchè utile a depurare il fegato e a trattare le coliche biliari; ha un’azione antifiammatoria, contiene vitamina C e antiossidanti, protegge la mucosa gastrica e stimola il metabolismo. Grazie alla sua azione, assimiliamo meno zuccheri e intanto eliminiamo ristagni e tossine che fissano il grasso alle cellule dell’organismo.

Anche lo zenzero accelera il metabolismo, è un antinfiammatorio naturale, favorisce la digestione e contribuisce a mantenere sotto controllo la glicemia ed il colesterolo. Il limone, invece, contiene vitamina C e potassio, ed inoltre ha proprietà diuretiche: favorisce l’eliminazione delle tossine, aiutando reni e fegato. La presenza del gingerolo si prende cura dello stomaco e dell’intestino.
Quindi questa bevanda merita una prova, che dite?

Questa bevanda è consigliata per il risveglio, fresca d’estate e calda d’inverno. Se volete, dolcificata con il miele, ma io l’ho preferita con lo sciroppo d’agave per questioni etiche, ma è ottima anche al naturale

Ingredienti
  1. 750 ml di acqua
  2. 1 limone e 1/2 non trattati
  3. la punta di un cucchiaio da caffé di curcuma in polvere
  4. un pezzo di zenzero fresco di circa 6-7 cm
Modalità dì’ impiego
  1. Portare ad ebollizione l’acqua.
  2. Mettere in una ciotola capiente, i limoni a rondelle, lo zenzero pelato e tagliato a listarelle e la curcuma.
  3. Versare sopra l’acqua bollente e lasciare in infusione un quarto d’ora.
  4. Filtrare subito se si consuma caldo, oppure tenere in frigo in una caraffa e filtrare al momento del consumo.

Finalmente ritorno …alla frutta!

Care mie banane… son tornata da voi!!!! Mi sono  ripromessa che con L’arrivo della primavera , sarei tornata sui miei dolci squisiti pasti della frutta, ebbene si!  Il mio grande amore, la mia alimentazione ideale ispirata al regime della raw till four la cui guru è la famosissimma Banana freelee. ecco il mio video di riapertura rubrica che gira intorno a quuesto stile di vita:

In forma con il bimbo! lez. 2

Questo video  è un allenamento dedicato alle mamme portatrici come me, in particolare io ho usato come supporto una fascia elastica babylonya organic, ma dalla prossima volta userò la rigida. Buona visione!