Miniburger di avena sapore mediterraneo

Salve a tutti! Ripropongo anche oggi miniburger! Ebbene si…. sono stata contagiata dalla burger mania! Questo perché é un facile pasto completo, sia da fare che da maneggiare per il mio piccolo 2 enne. In piu é adatto anche  a me che seguo un alimentazione 80 10 10. Essendo completamente senza oli né sale. Sono buonissimi sani e nutrienti.

INGREDIENTI Per 10 miniburger:

  • 200 gr di fiocchi d avena
  • 6 pomodori secchi dissalati
  • 1/2 peperone rosso
  • Erbe provenzali
  • 1 Spicchio di aglio
  • Un cucchiaino di semi di lino
  • Farina precotta di miglio q.b.
  • Mezza zucchina
  • Una cipolla

Procedimento:

Versare nel.mixer tutti gli ingredienti, aggiungere un pochino di acqua , giusto per ottenere un bel Impasto malleabile.  Aggiungere  della farina ptecotta al fine di migliorare la texture. Con  il cucchiaio prendere una noce del compostoe far dorare in entrambe le parti in una padella antiaderente o di ceramica. E sono pronti per tutta la famiglia!

Annunci

Torta di mele al cioccolato vegan

image

Questa fantastica ricetta è stata realizzata prendendo spunto da ” Il goloso mangiar sano ” di Elisabetta Pennacchioni, una ragazza super in gamba che seguo costantemente.
È una variante di quella classica, inoltre è senza BURRO senza LATTE ANIMALE e senza UOVA. E qui ci si chiederebbe: ma di che saprà mai?
Beh, non avete idea di quanto sia deliziosa, nulla da invidiare alla versione classica, che di sicuro è più calorica e meno salutare.  Ma veniamo alla preparazione.

ECCO LA VIDEO RICETTA:

INGREDIENTI:
270 gr di farina integrale
140 gr di zucchero integrale grezzo
15  gr di cacao amaro
60 gr di olio di girasole
240 di latte d’avena
3 mele + 2 per guarnire
70 gr di cioccolato fondente in scaglie
1 cucchiaio di semi di lino
3 cucchiaini di lievito baule volante (o altra marca)

PROCEDIMENTO;

mettere in una ciotola tutti gli ingredienti secchi : la farina, lo zucchero, il cacao, il lievito e i semi macinati precedentemente con il macina caffè. Aggiungere l’olio, e versare il latte poco per volta, on modo da non formare grumi. Ora incorporare le tre mele ridotte a pezzetti e il cioccolato in scaglie. Fatto ciò, oleare uno stampo con cerniera di 24 cm di diametro e, invece di infarinare, cospargere di cacao per foderare.  Infornare a forno preriscaldato a 180° (ventilato) per mezz’ora.  Lasciare intiepidire prima di sfoderare e tagliare.
Buon dolce a tutti!

image

Lasagne al forno vegan

image

Questo piatto unico si propone ottimamente per un pic-nic all’aperto e domeniche in famiglia, dato che i miei parenti onnivori non  si sono neanche quasi accorti che  è un  pasto 100% vegetale!

INGREDIENTI: (per 4 persone)
-300gr ( metà scatola di lasagne di semola)
– 2 litri circa di ragù di soia ( ricetta qui )
– 400 ml di besciamella ( ricetta qui )
– 30 polpettine (ricetta qui )
– 100gr di mozzarisella  fume’
– 50gr di affettato di mopur
– parmigiano vegano.

PROCEDIMENTO:
  In ina teglia 30×25 imburrare (con burro di soia) e versare generosamente in pò di sugo al ragù senza besciamella. A questo punto unire besciamella e ragù.
Adagiare il primo strato di lasagne ( usare quelle precotte).

image

Ora uno strato con mozzarisella:

image

Le polpettine e l’affettato di mopur:

image

Il parmigiano vegano:

image

Ed infine il ragù senza parsimonia. E si ricomincia, di nuovo le lasagne, stavolta disponendole  orizzontalmente:

image

Fare più strati, quanti se ne desidera.
Ultimare con  ragù, qualche  pezzetto di mozzarisella, e abbondante parmigiano vegano:

image

Infornare a forno precedentemente riscaldamento al max per mezz’ora. 15-20 minuti coperta con foglio di alluminio, il restante tempo di cottura senza, in modo che si asciughi e formi la crosticina.  Questo è il risultato:

image

image

croissant veg

Ingredienti (per 6 persone)

  • 170 gr di farina
  • 80 gr di farina Manitoba
  • 70 gr di zucchero
  • 1 cucchiaino di malto
  • 30 gr di olio di mais
  • 1/2 cubetto di lievito di birra fresco
  • 1/2 bustina di vanillina
  • 3/4 gocce di aroma limone (o arancia) o la buccia grattugiata di un limone (o arancia)
  • 1 pizzico di sale
  • Marmellata a piacere, o crema di nocciole
  • Zucchero a velo

Preparazione

Unite insieme metà della farina normale e di quella manitoba e aggiungete un pizzico di sale. Fate sciogliere il mezzo cubetto di lievito di birra in 1/3 di bicchiere di acqua tiepida e poi amalgamate il tutto e impastate fino ad ottenere un panetto di pasta morbido e non appiccicoso.

Lasciate intiepidire il forno per circa 5 minuti a 60 gradi e poi spegnetelo e ponete al suo interno il panetto in una ciotola e coperto con carta stagnola. Lasciate lievitare per circa due ore.

Dopo 2 ore circa di lievitazione il panetto sarà raddoppiato.

Preparate sul piano di lavoro il resto della farina con lo zucchero e il cucchiaino di malto, aggiungete l’olio, la vanillina e le gocce di essenza di limone, mescolate e poi impastare assieme al panetto lievitato aggiungendo qualche cucchiaio di acqua tiepida.

Continuate ad impastare in modo tale che tutti gli ingredienti risultino ben amalgamati tra loro: otterrete così un panetto elastico e morbido.

Stendete l’impasto ottenendo un cerchio di circa 1/2 cm di spessore e con l’aiuto di un tagliapasta dividete l’impasto in sei spicchi uguali.

Ponete su ogni spicchio, un cucchiaino di  ponendolo al centro ma verso l’alto e poi avvolgete ogni spicchio partendo dall’esterno verso l’interno in modo da dare alla pasta la forma di un cornetto.

Disponete i cornetti ottenuti sulla carta da forno, copriteli con carta stagnola unta e lasciate lievitare per una notte al riparo da correnti d’aria.

Ricordate di usare una teglia abbastanza grande in modo tale da distanziare i cornetti in quanto lievitando aumentano di volume.

Al mattino scaldate il forno a 180 gradi, infornate in forno già caldo per 15 minuti circa, scoprendo i cornetti appena prima di iniziare la cottura.

Sfornate i cornetti non appena avranno raggiunto la giusta doratura.

wpid-wp-1396203225020.jpeg

fonte: nonsprecare.it

RISOTTO AL PISTACCHIO E BASILICO

Risottino! Al pistacchio&basilico prossimamente la ricetta nel mio blog! #veganfitness #vegan #cibosano #eatclean #seiquelchemangi #

A post shared by Chez Truzzi Cuisine Italienne (@margotlamu) on

INGREDIENTI:

– 200 gr. di riso

– brodo vegetale quanto basta caldo

– una cipolla

– 50 gr di pistacchi dolci macinati

– un bicchiere di vino bianco da tavola

– pistacchi per guarnire quanto basta

– basilico, sale, pepe, peperoncino, a seconda dei gusti

-una noce di margarina fatta in casa

– un pugno di parmigiano vegano.

– 1/2 bicchiere di panna veg

PROCEDIMENTO:

scaldare il brodo vegetale precedentemente preparato e tritare nel mixer la cipolla e farla imbiondire in un tegame antiaderente sufficientemente largo. Dopo 5 minuti scarsi versare il riso e far  dorare i chicchi a fiamma medio alta un paio di minuti. aggiungere un bicchiere di vino bianco, far evaporare  abbassare un po’  la fiamma e incominciare ad aggiungere due mestoli di brodo caldo e girare, formando un 8. appena si assorbe il brodo aggiungere altri due mestoli, e così via fino a quando  i chicchi nn raddoppiano il loro volume, a questo punto aggiungere due mestoli di brodo, i pistacchi macinati ( col macina caffè) il basilico tritato finemente, sale, pepe, peperoncino polverizzato secco e continuare a mescolare.  successivamente il parmigiano vegano e la panna. spegnere  la fiamma e mantecare con la margarina, come questa qui.

Presentare il piatto con pistacchi tagliati grossolanamente e un ciuffetto di basilico.

Millefoglie bigusto vegan

image

Questo è in assoluto il mio dolce preferito… questa è la mia versione bigusto con crema al cioccolato,ganache al cioccolato, una sorta di chantilly  rivisitata, e crema pasticcera.
Millefoglie vegan 100% VEGETALE!
OCCORRENTE:
Per la sfoglia:
preparate una palla oleosa impastando molto bene 600 grammi di burro non caseario con 200 grammi di farina. Avvolgete il tutto nella pellicola e lasciate riposare in frigo una notte (o 8 ore). Prima di togliere la palla oleosa dal frigo, preparate la palla acquosa, con 400 grammi di farina, 250 ml di acqua e un cucchiaino colmo di sale fino. Impastate fino ad ottenere una palla omogenea e asciutta. Spianate la palla acquosa in a forma di rettangolo alta circa 1 cm e spianateci sopra la palla oleosa. Piegate il rettangolo ottenuto in tre, poi mettetelo in frigo 1 ora. Toglietelo dal frigo, spianatelo, poi piegatelo a metà e rimettetelo in frigo un’altra ora. Più volte ripetete la sequenza, più alta e sfogliata sarà lapasta. La sequenza quindi è: piego in 3-frigo-spiano, piego a metà-frigo-spiano. Dopo l’ultima spianata, tagliate la pasta in 3 o 4 rettangoli bucate lungo la superficie con i rebbi di una forchetta, spennellare con acqua e zucchero e successivamente cospargere con zucchero a velo. Riporre nuovamente le sfoglie crude per un’ora in frigo. Uscite i quadrati e cuoceteli in forno a 180° per 10 minuti, o cmq a doratura. Le sfoglie da impilare sono pronte
Per la farcia:
Crema pasticcera: prendere una noce abbondante di burro e scaldare a fuoco bassissimo assieme a due cucchiai di farina( o amido di mais) e mescolare. Aggiungere a filo 300 ml di latte vegetale, meglio se vanigliato,  continuando a mescolare col cucchiaio di legno. Appena si comincia ad addensare aggiungere, sempre mescolando, l’aroma vaniglia un pezzetto di scorza di limone, un pizzico di curcuma e due cucchiaini colmi di zucchero a velo. Lasciar raffreddare.

Crema al cioccolato:
Mettere in una casseruola antiaderente 4 cubetti di cioccolato fondente da cucina  due noci di burro di soia, latte vegetale quanto basta (1bicchiere). Mescolare fino a quando il tutto nn si è completamente sciolto.  Unire metà del composto con metà della padticcera prodotta in precedenza

Chantilly (la mia versione)
Ingredienti
10 gr di fecola
100 gr di latte di soia
40 gr di olio di riso
1 cucchiaino di zucchero a velo vanigliato
Agar agar  (2 grammi)
30 gr di olio di riso ( per la montatura della panna )
mettete in una pentola non troppo grande 10 gr fecola di patate unite un pò di latte di soia e mescolate creando una creminapoi unite il restante latte di soia.

accendete il fornello basso, mescolate di continuo con un cucchiaio di legno, unite 40 gr di olio a filo, unire un cucchiaino raso di agar agar in polvere sempre mescolando.

Lasciate che riprenda l’ebollizione un secondo, a questo punto togliete la pentola dal fuoco e fate freddare bene (immergete la pentola in una ciotola contenente acqua fredda, mescolate di tanto in tanto)dopodichè aggiungete 1 cucchiaino di zucchero a velo, frullare qualche secondo con le fruste elettriche e unite a filo 30 gr di olio di riso ( è importante unirlo a filo mentre le fruste elettriche sono azionate ). Riporre il tutto in frigo.

Composizione della torta:
Aggiustare i margini  tagliando i bordi, non gettateli un pò fateli ginire in bocca ( ebbe’ non si può resistere…) e un pò lo sbriciolate per decorazione.   Mettete uno strato sottile di ganache al cioccolate, spruzzate con la granella  di nocciole. Con la siringa o sache a poche mettete la crena di cioccolato. Mettete la seconda sfoglia, sempre con la siringa mettete uno strato di chantilly veg, infine chiudete girando la sfoglia dalla parte non gonfia . Con la palettina mettete la ganacheai bordi per far aderire le briciole conservate alla rifinitura delle sfoglie. Cospargete di zucchero a velo e fate dei fiocchi con la crema pasticcera. Consiglio di farla rassettare in frigo per almeno un paio d’ore prima di gustarla. Questo occorrentebiene una torta delle dimensioni rettangolari 22 x16.

Frittata di riso e lupini

image

image

Ho messo in ammollo due cucchiai di semi di lino frantumati per circa 10 minuti. Intanto sguscio i lupini( 300 gr) in salamoia e li sciacquo in acqua corrente. Li inizio a passare nel mixer von un filo di olio evo, sale, mezza cipolla a pezzetti,aglio in polvere e due bustine di zafferano, un cucchiaino di curcuma, un pizzico di peperoncino in polvere facoltativo, pepe e cumino in polvere.Infine i semi di lino precedentemente idrolizzati. Passare nel mixer fino a quando nn diventa purea il tutto. Accorpare il composto ottenuto con il riso già cotto con il proprio amido (300gr) e amalgamare. In una padella antiaderente cospargere con un filo d’olio attendere la temperatura e cuocere il composto e coprire. Dopo 10 minuti capovolgere con l’aiuto del coperchio e cuocere  5 minuti. Versarla su un piatto grande.  Lo stesso procedimento può essere fatto al forno a 180 per 25 minuti in carta da forno, oppure dare la forma di crocchette e fritte.
Questo piatto lo considero una mia invenzione perché nn l’ho visto fare da nessuno… e siccome mn vado pazza per la farfrittata di darina di ceci, opto per questa base, anche senza il riso, magari con le cipolle o zucchine o patate. Spero sia stata utile questa gustosa ricetta vegan!