Torta al cioccolato veg

image
Ricetta golosa e leggera.
ingredienti:
-mezza banana;
-120gr di zucchero di canna;
-200gr di farina;
-una bustina di lievito vanigliato;
-un pizzico di sale;
-1 bicchiere e mezzo di olio di mais;
-80gr di cacao amaro;
-350 ml di latte di soia;
-miele quanto basta.
Con la forchetta schiacciare la banana aiutandosi con un po’ di zucchero di canna. Appena si riduce a poltiglia aggiungere il resto dello zucchero,aggiungere la farina ol lievito vanigliato il pizzico di sale e il cacao .Mischiare e dopo aggiungere l ‘olio e il latte poco alla volta, fino a quando nn si raggiunge una consistenza semiliquida ma non troppo. Infornare a 180 gr per scarsi 25 min se non prima dipende dal forno. Fare la prova dello stecchino. Quando è cotta la torta spolverare il cacao amaro dopo spalmare il miele.Ed è pronta!

Annunci

Crostatine di composta di mora in pasta frolla vegan

12516923_1118833801484743_420113277_o.jpg

Mi sto già esercitando per le merende golose del mio piccolo! Passeranno almeno due anni fino a quando il mio piccolo Lèon possa assaggiarli, ma io e mio marito  ci sacrifichiamo a fare gli assaggiatori!

12834683_1118803348154455_1867210640_n

La preparazione è molto semplice, basta partire dalla preparazione della pasta frolla, in versione vegan, più leggera, senza colesterolo, profumata! questa volta ho scelto un ottima composta di more biologica.

Ecco cosa occorre per la pasta frolla vegan:

  • 200 g di farina di tipo 1
  • 50 g di farina di mais gialla
  • 60 gr di zucchero di canna
  • 60 ml di olio di semi di soia o  altro olio vegetale
  • 80 ml di latte di riso
  • 1 pizzico di curcuma
  • 8 g di lievito per dolci o di  cremor tartaro
  • Scorza grattugiata di  limone non trattato

per prima cosa unire tutti gli ingredienti secchi , le farine il lievito lo zucchero la curcuma e la scorza de limone. Mescolare bene dopodiché versare prima l’olio , poi il latte. Mescolare fino ad ottenere una palla compatta, se nn risulta compatta aggiungere un altro po’ di farina.

 

a questo punto stendere la frolla con un mattarello e formare dei dischi con un coppapasta leggermente più largo di diametro delle formine per le crostatine,  formare i bordi con l’aiuto dei polpastrelli una volta messo il disco nella formina.

12823002_1118809614820495_1603038572_o

mettere fagioli nelle formine per evitare che la frolla si gonfi, e infornare a forno statico preriscaldato a 180° per pochi minuti

uscire dal forno e mettere un cucchiaio circa di composta di more, e con la frolla rimasta mettere le striscette decorative.

infornare di nuovo le crostatine  stavolta a forno ventilato per ultimare la cottura che sarà sempre di pochi minuti.

Pancakes vegan

10441976_1110671622300961_3681381288839961453_n

Ecco una ricetta veloce per preparare una sana colazione ma diversa dal solito, magari per una colazione domenicale!

ecco cosa occorre:

  •  due bicchieri e mezzo di farina tipo 1
  •  un cucchiaio di olio di semi
  • un cucchiaino di bicarbonato
  • un pizzico di sale
  • 250 ml di acqua tiepida ( metà e metà con latte vegetale)
  • un pizzico di cannella
  • 3 cucchiai di zucchero di canna

 

mescolate prima gli ingredienti secchi. Con una frusta manuale aggiungere l’ olio  e a filo l’acqua e  il latte mescolati assieme.  Otterete una pastella tipo yogurt molle. Nel frattempo che riposa un  po’, riscaldate la padella in pietra in fuoco vivace. un mestolo per volta, un minuto per parte o quando iniziano a uscire le bolle, impilate uno sopra l’altro e farcite come più vi piace , con sciroppo d’agave,  d’acero,  crema di nocciole, frutta panna montata, ecc ecc….

crema pasticcera vegan

ricetta-crema-pasticcera-tradizionale-vegan-gluten-free-3

Crema pasticcera vegan

Occorrente:

  • una noce abb. di burro di soia
  • due cucchiai di amido di mais
  • 300 ml di latte vegetale ( latte di soia alla vaniglia)
  • un pizzico aroma vaniglia
  • scorza di  mezzo limone
  •  un pizzico di curcuma
  •  due cucchiai colmi di zucchero a velo  ( meglio se integrale)

Prendere una noce abbondante di burro e scaldare a fuoco bassissimo assieme a due cucchiai di farina( o amido di mais) e mescolare. Aggiungere a filo 300 ml di latte vegetale, meglio se vanigliato, continuando a mescolare col cucchiaio di legno. Appena si comincia ad addensare aggiungere, sempre mescolando, l’aroma vaniglia un pezzetto di scorza di limone, un pizzico di curcuma e due cucchiai colmi di zucchero a velo. Lasciar raffreddare.

Pasta sfoglia veg

pastasfoglia

Occorrente:

  • 600 gr di burro di soia o burro di olio di oliva (palla oleosa)
  • 200 gr di farina (palla oleosa)
  • 400 gr di farina ( palla acquosa)
  • 250 ml di acqua (palla acquosa)
  • un cucchiaino colmo di sale marino integrale ( palla acquosa)
  • acqua  zucchero q. b.

 

Preparate una palla oleosa impastando molto bene 600 grammi di burro non caseario con 200 grammi di farina. Avvolgete il tutto nella pellicola e lasciate riposare in frigo una notte (o 8 ore). Prima di togliere la palla oleosa dal frigo, preparate la palla acquosa, con 400 grammi di farina, 250 ml di acqua e un cucchiaino colmo di sale fino. Impastate fino ad ottenere una palla omogenea e asciutta. Spianate la palla acquosa in a forma di rettangolo alta circa 1 cm e spianateci sopra la palla oleosa. Piegate il rettangolo ottenuto in tre, poi mettetelo in frigo 1 ora. Toglietelo dal frigo, spianatelo, poi piegatelo a metà e rimettetelo in frigo un’altra ora. Più volte ripetete la sequenza, più alta e sfogliata sarà lapasta. La sequenza quindi è: piego in 3-frigo-spiano, piego a metà-frigo-spiano. Dopo l’ultima spianata, tagliate la pasta in 3 o 4 rettangoli bucate lungo la superficie con i rebbi di una forchetta, spennellare con acqua e zucchero e successivamente cospargere con zucchero a velo. Riporre nuovamente le sfoglie crude per un’ora in frigo. Uscite i quadrati e cuoceteli in forno a 180° per 10 minuti, o cmq a doratura. Le sfoglie da impilare sono pronte

Cheesecake crudista al lime e cocco

untitled

La cheesecake crudista al lime e cocco è un dolce per intenditori.

La sua costituzione raw esalta il sapore del cocco e il profumo del lime. Ad ogni assaggio si percepisce la consistenza e il gusto di ogni singolo ingrediente come anacardi, mandorle e datteri, facendo danzare le vostre papille gustative.

Un dolce buonissimo, una vera delizia per il palato, che ci fa bene perchè ricco di proprietà nutritive.

Cheesecake crudista al lime e cocco

INGREDIENTI:

PER LA BASE:

150g mandorle con la pelle

70g datteri denocciolati

50g cocco grattugiato ( fresco o secco)

semi di 1/2 bacca di vaniglia

sale rosa

PER LA CREMA:

300g anacardi

120g sciroppo di agave

2 lime non trattati

50g olio di cocco

semi di 1/2 bacca di vaniglia

PREPARAZIONE:

Mettere in ammollo separatamente le mandorle e gli anacardi per 30 minuti, in acqua a temperatura ambiente.

Per la base scolate bene le mandorle e frullatele bene con il cocco grattugiato.

Aggiungete i datteri, la vaniglia e un pizzico di sale. Lavorate finchè si forma una palla.

Stendete il composto in uno stampo a cerniera di 18-20 cm di diametro e mettetelo in frigo.

Per la crema della cheesecake crudista al lime e cocco grattugiate la scorza dei lime e spremete il succo, metteteli nel mixer con tutti gli altri ingredienti tranne l’olio di cocco e lavorate finchè non è tutto amalgamato.

Quando la crema è sufficientemente liscia, unite l’olio e mescolate.

Versate la crema nello stampo con la base, livellate bene e mettete a riposare in frigo per almeno un paio d’ore.

Se dovesse risultare ancora troppo  morbida potete metterla un pò in freezer, avrete una versione semifreddo-gelato niente male.

Sformate la vostra cheesecake crudista al lime e cocco e decorate con cocco disidratato e scorzette di lime.

Una torta raw salutare che vi darà grandi soddisfazioni. In questo periodo estivo è il top per stupire e viziare i vostri amici.

di Sandra Noncin  http://www.vegancrudismofacile.com

Caramelle gommose vegan fatte in casa!

image

Gli orsetti gommosi sono un piccolo miracolo dell’industria dolciaria. Circa il 75% della popolazione italiana mangia caramelle e, solo gli americani, in occasione di Halloween, consumano circa 273 milioni di chili di caramelle! Quando mangiate un orsetto gommoso, sapete cosa mettete in bocca?

Se volete continuare a mangiare orsetti gommosi nella più totale ignoranza della loro composizione, fermatevi qui. Altrimenti… leggete!

Mucche, maiali e mais
La gran parte di caramelle gommose, compresi i teneri orsetti, contengono gelatina. La gelatina è prodotta con pelle, ossa e altri scarti di origine animale, di solito mucche e maiali. La gran parte di caramelle gommose sciroppo di mais”, mettendo da parte i problemi etici legati alle multinazionali, purtroppo ci sono molti dubbi sulla salubrità di questo ingrediente.

Catrame
Gli orsetti gommosi, per essere così colorati, contengono un gran numero di coloranti. Non si tratta di coloranti biologici o naturali, di quelli che si possono impiegare nelle cucine di casa. Il colorante in questione è realizzato con catrame di carbone! In altre parole… sì, mangiate combustibili fossili!

Cera
Per evitare che si attacchino tra loro, i simpatici orsetti gommosi sono rivestiti di cera d’api. Anche se non ambite a diventare vegani, è nella cera d’api che si accumulano tutti i pesticidi dell’alveare.

Ossa di animali, catrame, pesticidi… adesso quegli orsetti gommosi non mi sembrano più così appetitosi! Allora cosa si dovrebbe fare? Rinunciare ai dolci orsetti gommosi? Non di certo!
Gli orsetti gommosi possono essere prodotti in casa con ingredienti più salubri e… possono essere addirittura più saporiti. La gelatina animale può essere sostituita con l’agar. Ecco gli ingredienti per una versione più sana di orsetti gommosi:

-8 cucchiai di agar agar in polvere (per sostituire la classica gelatina alimentare)
-4 bicchieri di succo di frutta (scegliete il vostro gusto preferito)
-stampi. Nei negozi specializzati si trovano anche quelli per gli orsetti gommosi!

Ecco come fare gli orsetti gommosi in casa, il procedimento
1) Versate il succo di frutta in un pentolino
2) Sciogliete l’agar agar nel succo di frutta
3) Ponete il composto a fuoco medio e portate lentamente a ebollizione
4) Appena bolle, abbassate la fiamma e mescolate continuamente per 5 minuti
5) Versate il composto negli stampi e fate raffreddare per almeno un paio d’ore

Sì sì, questo è tutto! Il risultato saranno degli orsetti gommosi più amici della vostra salute e del vostro aspetto fisico

Se non avete intenzione di comprare appositi stampi, io ho posto il composti in un vassoio da forno e poi ho ricavato tante caramelle gommose utilizzando una formina in ferro per biscotti (a forma di stella ! ). Magari in occasione di Halloween potete utilizzare una forma a pipistrello e per Natale quella di un piccolo albero… insomma, tutto dipende dal vostro senso pratico!

Bounty vegan


gustosi e sani snack da concedersi per colmare un languorino in modo sano, senza ricorrere ai prodotti confezionati… pieni di schifezzuole varie.

INGREDIENTI:

-225 grammi di cocco rapè (farina di cocco, o cocco disidratato)
-1 lattina di latte di cocco possilmente già refrigerato
-60 gr di zucchero a velo vanigliato
-mezzo cucchiaino di estratto di vaniglia
-400 gr di cioccolato fondente, meglio se raw.

PROCEDIMENTO:
da fare in anticipo: incorporare la farina con la lattina di latte di cocco, lo zucchero e l’estratto di vaniglia. Far riposare il composto in frigo coperto di pellicola per almeno un ora.
Preparare i bastoncini con l’aiuto delle mani e appaggiarli su una grata da forno.
a questo punto sciogliere a bagnomaria il cioccolato, (come illustrato qui)

a questo punto, due sarebbero i metodi per ricoprire: se i bastoncini sono sufficientemente compatti,  immergerli direttamente nel cioccolato. se  constatate qualche difficoltà, allora è il caso che il cioccolato venga versato sui bastoncini, cercando di coprire i lati con l’aiuto di una linguetta piccola.

allora io a questo punto li congelo separati. quando saranno completamente separati li avvolgo singolaremente prima nella carta forno, poi nella stagnola e li metto in un sacchetto gelo in modo da nn ingombrarmi troppo il congelatore.

croissant veg

Ingredienti (per 6 persone)

  • 170 gr di farina
  • 80 gr di farina Manitoba
  • 70 gr di zucchero
  • 1 cucchiaino di malto
  • 30 gr di olio di mais
  • 1/2 cubetto di lievito di birra fresco
  • 1/2 bustina di vanillina
  • 3/4 gocce di aroma limone (o arancia) o la buccia grattugiata di un limone (o arancia)
  • 1 pizzico di sale
  • Marmellata a piacere, o crema di nocciole
  • Zucchero a velo

Preparazione

Unite insieme metà della farina normale e di quella manitoba e aggiungete un pizzico di sale. Fate sciogliere il mezzo cubetto di lievito di birra in 1/3 di bicchiere di acqua tiepida e poi amalgamate il tutto e impastate fino ad ottenere un panetto di pasta morbido e non appiccicoso.

Lasciate intiepidire il forno per circa 5 minuti a 60 gradi e poi spegnetelo e ponete al suo interno il panetto in una ciotola e coperto con carta stagnola. Lasciate lievitare per circa due ore.

Dopo 2 ore circa di lievitazione il panetto sarà raddoppiato.

Preparate sul piano di lavoro il resto della farina con lo zucchero e il cucchiaino di malto, aggiungete l’olio, la vanillina e le gocce di essenza di limone, mescolate e poi impastare assieme al panetto lievitato aggiungendo qualche cucchiaio di acqua tiepida.

Continuate ad impastare in modo tale che tutti gli ingredienti risultino ben amalgamati tra loro: otterrete così un panetto elastico e morbido.

Stendete l’impasto ottenendo un cerchio di circa 1/2 cm di spessore e con l’aiuto di un tagliapasta dividete l’impasto in sei spicchi uguali.

Ponete su ogni spicchio, un cucchiaino di  ponendolo al centro ma verso l’alto e poi avvolgete ogni spicchio partendo dall’esterno verso l’interno in modo da dare alla pasta la forma di un cornetto.

Disponete i cornetti ottenuti sulla carta da forno, copriteli con carta stagnola unta e lasciate lievitare per una notte al riparo da correnti d’aria.

Ricordate di usare una teglia abbastanza grande in modo tale da distanziare i cornetti in quanto lievitando aumentano di volume.

Al mattino scaldate il forno a 180 gradi, infornate in forno già caldo per 15 minuti circa, scoprendo i cornetti appena prima di iniziare la cottura.

Sfornate i cornetti non appena avranno raggiunto la giusta doratura.

wpid-wp-1396203225020.jpeg

fonte: nonsprecare.it

Fagottini al cioccolato

image

Questa  mattina avevo voglia di un bel dolce caldo e fragrante… e nel frigo era rimasta un pò di pasta sfoglia e della ganache al cioccolato della millefoglie fatta giorni fa.
Ingredienti :
-Pasta sfoglia (se comprata un rotolo quadrato senza strutto)
-ganache al cioccolato ( tre cucchiai colmi)
– zucchero a velo
-latte vegetale quanto basta.

Procedimento:
Preriscaldare il forno a 180°. Stendere la sfoglia e appianarla ulteriormente infarinamdo il mattarello con lo zucchero a velo.  Con la rotella formare  dei rettangoli lunghi sufficientemente da piegarli a portafoglio. Aggiungere mezzo cucchiaio di ganache all’inizio del quadrato, spennellare i margini con latte vegetale (per sigillare)  e chiudere, fare sopra dei tagli col coltello e spennellare i fagottini con il latte. Infornare su una teglia ricoperta di carta da forno e attendere la doratura, dopo circa 10 min. Sfornare e cospargere di zucchero a velo.
PRONTE! FRAGRANTI E IRRESISTIBILI!
Le ho accompagnate con un bel centrifugato di mango e papaia ben maturi.

image