FAGOTTINI DI PORRI RIPIENI DI QUINOA E VERDURE SALTATE

difficoltà media **

FAR APPASSIRE LE SFOGLIE INTERE DEI PORRI AL VAPORE, nel frattempo saltare le verdure io ho messo cipollotti, zucchine e verza a listarelle ho aggiunto vino( o sake’) ho alzato la fiamma poi ho abbassato ho aggiunto la salsa di soia, un cucchiaino di zucchero di canna, e infine i germogli di soia. lascio intiepidire .Cuocio la quinoa con due tazze di acqua e uno di quinoa, aggiungo la curcuma fino a quando non assorbe tutta l’acqua. realizzo i fagottini: prendo un cucchiaio di quinoa , un pochino di verdura, arrotolo, taglio l’eccesso e impacchetto, allaccio con un fili di cipollotto. Saltarli in padella, fino a quando non si fa la crosticina sotto. buon appetito!

Annunci

falafel con humor! e salsa tzaikiki veg

falafel
Ebbene sì, sono tornata! la mia lunga pausa estiva è svolta al termine, sigh ahimè! ma sono carica carica di nuovi propositi. A cominciare proprio dalle veg ricettuole sfiziose e salutari, come sempre, ok qualche frittura ci sta dai, come il caso di questi sfiziosissimi falafel, che sono belli anche da vedere, oltre che gustare. I falafel sono un piatto tipico medio- orientale, che prevede l’utilizzo di legumi, a crudo, non cotti, messi in ammolllo per 24 ore, cambiando qualche volta l’acqua. poi si speziano a piacere, ma la ricetta originale prevede le seguenti spezie:
aglio, cipolla, cumino in polvere, coriandolo, peperoncino secco, sale e pepe. questi si aggiungeranno una volta che i legumi scolati sono stati frullati, ovviamente non deve mancare un bel giro di olio evo…. Si lascia riposare in frigo, più sta meglio è , ma basterebbe un oretta, eh il composto bello e pronto per essere malleato e fritto in abbondante olio bollente. la forma originale sarebbe una polpetta schiacciata, ma secondo me son più belli i cuoricini!!!
la salsa di accompagnamento tipica di questo piatto è lo tzaikiki, fatto con lo yogurt greco, che ovviamente, non useremo, e al suo posto utilizzeremo lo yogurt di soia (100 gr), poi 3 cetrioli spellati tagliati a meta e privati di semi, fatti scolare della loro acqua per mezzo di abbondante sale grosso per 10 min, sciacquati sotto il rubinetto e strizzati per bene, frulla tutto col minipimer , aggiungendo uno spicchio di aglio olio evo, pepe.

Polpettone veg

difficoltà alta ***


e si, avete letto bene : polpettone. Per di più senza aver ucciso alcun animale e tante proteine, gustoso con la crosticina… insomma, da leccarsi i baffi! Ma procediamo:

Occorrente:

brodo vegetale

1 tazza di farina di lenticchie

glutine di frumento    200 gr

1 tazza di acqua

salsa di soia q. b.

1 cucchiano di sale

spezie varie (origano, paprika, aglio  in polvere , curry, origano, rosmarino, salvia, pepe bianco, curcuma, etc)

pangrattato quanto basta

olio evo q. b.

200 gr di patate.

una spruzzata di vino bianco.

per il ripeno :

spinaci lessati e ben strizzati due cubetti

tre capperi

una manciata di foglie di basilico

una manciata di prezzemolo.

allora per prima cosa dobbiamo preparare in una pentola il brodo  per il muscolo di grano con un pomodoro, una costa di sedano, mezza cipolla e uno spicchio di aglio. io per insaporire metto la salsa di soia ma potete mettere pure un mezzo pugno di sale ( meglio se integrale). A questo punto procediamo con il muscolo . In un recipiente mettete il glutine di frumento e la farina di lenticchie, aggiungete il sale e le spezie , abbondate con la paprike e il curcuma così  donerà al vostro muscolo  un colorito più acceso.

In una tazza  di acqua aggiungete la salsa di soia e girate. Aggiungete l’acqua nel recipiente e con un cucchiaio di legno mescolo fino, poi continuo con le mani facendo un movimento di polso e fino ad ottenere un composto elastico  che nn si rompe.

dividete a metà il muscolo per creare due polpettoni. Create il primo polpettone appiattendolo con le mani. A questo punto mettete le verdurine precedentemente tritate e condite con aglio, pepe e un pizzico di sale e distribuitelo  creado una striscia sulla parte alta del muscolo. chiudete e avvolgetelo con molti giri di pellicola  chiudendo i lati con lo spago da cucina in modo tale da essere sottovuoto, immergetelo facendo prima dei buchetti con lo stecchino e fate cuocere un ora.

nel frattempo preriscaldate il forno e iniziate a ungere la teglia con evo e spellate e tagliate a spicchi le patate, conditele con aromi e pan grattato. A cottura ultimata del muscolo immergetelo in acqua fredda per qualche secondo, togliete la pellicola e affettatelo. Uscite la teglia del forno a metà cottura delle patate aggiungete le fette di polpettone, spruzzate la teglia con abbondante vino bianco, e altro pan grattato. Ultimate la cottura per una ventina di minuti, insomma quando sono cotte le patate, a me piacciono abbrustolite e croccanti… poi sta a voi!